JAGGAER mette a segno grandi performance nel 2020, in termini di aumento della domanda dei clienti, di innovazione di prodotto, di crescita del team e molto altro ancora. L'azienda ha ampliato lo staff con 260 nuovi dipendenti e ha investito molto nella propria tecnologia,

con particolare attenzione alle tematiche di embedded intelligence, user experience e ottimizzazione del sourcing. JAGGAER ha implementato oltre 1900 nuovi aggiornamenti e funzionalità con le tre release 20.1, 20.2 e 20.3 del software JAGGAER ONE e stretto partnership strategiche con provider quali TransferMate, per processi "Source to Settle" senza soluzione di continuità e Tealbook per l’arricchimento dei dati sui fornitori. L'innovazione di prodotto è stata accolta con grande favore, come attestato da numerosi riconoscimenti: la conquista del titolo di “Best Smart eProcurement Platform” del programma Capital Finance International’s (CFI.co), il posizionamento nel Gartner Magic Quadrant for Procure-to-Pay (P2P) per il 3° anno consecutivo, la qualifica di "Provider to Know" di Spend Matters per il 7° anno e il posizionamento nella shortlist dei World Procurement Awards' P2P Specialist Provider. JAGGAER è stata inoltre classificata come leader in ben 6 report dell’IDC MarketScape.

Anche i clienti hanno riconosciuto l’upgrade di capacità e di risultati del provider. JAGGAER ha ottenuto il migliore punteggio dell’IDC “SaaS Procurement Customer Satisfaction Award”, stilato anche sulla base del feedback diretto dei clienti. Molti clienti hanno dichiarato come la tecnologia JAGGAER li abbia aiutati a superare le sfide poste dalla pandemia, e tra questi, primarie istituzioni come il Cancer Research UK, Virginia Tech, Attijariwafa Bank, il Governo del Galles, l’Oklahoma State University e l’University of Pennsylvania.

Il 2020 è stato un anno importante per JAGGAER, che ha festeggiato il suo 25° anno di attività. L'azienda ha avviato lo Human Equity Project, un'iniziativa per rendere il posto di lavoro e le modalità di interazione sempre più inclusive e rispettose. Come parte del progetto JAGGAER ha anche avviato un processo di eliminazione dalla sua intera piattaforma e da ogni comunicazione tutti i termini in qualche modo riferibili ad ingiustizie razziali storiche e pregiudizi basati sul genere, l'orientamento sessuale o altro.