In un contesto particolarmente complesso a causa degli impatti della crisi pandemica su commercio internazionale, export italiano e mercato domestico, SACE ha rafforzato e ampliato il proprio impegno nei confronti delle aziende italiane grazie alle nuove misure governative.

In crescita del 25% le Risorse Mobilitate in favore di export e internazionalizzazione che raggiungono i 25 miliardi di euro, alle quali si aggiungono i 21 miliardi di Garanzia Italia e 300 milioni di operazioni relative al Green New Deal, per un totale di 46 miliardi di euro, volumi più che raddoppiati rispetto all’anno precedente. Crescono le aziende servite nell’anno: circa 15.000 imprese, di cui oltre il 90% PMI e MID corporate. L’utile lordo si attesta a 110,3 milioni di euro, nonostante il contesto particolarmente difficile e il peggioramento generale del rischio di credito. Positivi gli indicatori di redditività (ROE al 1,7%) e di solidità patrimoniale (Solvency Ratio al 449%) che confermano la piena sostenibilità del modello di business di SACE. Risultati conseguiti grazie all’impegno di tutte le strutture e delle persone di SACE, operative per la maggior parte dell’anno in modalità Smart Working, che hanno rafforzato l’operatività tradizionale e hanno garantito l’immediata implementazione e lo sviluppo delle attività legate al nuovo mandato