Reale Group chiude il 2020 con risultati ampiamente positivi e in continuità rispetto al 2019 malgrado la pandemia. Il risultato consolidato, calcolato secondo i principi contabili internazionali IAS/IFRS, ammonta a 155,5 milioni di utile da confrontarsi con i 151,6 milioni del 2019.

Migliora la redditività operativa Danni che si attesta al 95,3% rispetto al 97,6% del 2019. L’indice di Solvibilità si conferma tra i più alti del mercato e in ulteriore crescita rispetto al 2019, in quanto si attesta al 290% (4Q2020).  Crescono dell’1,2% i premi della gestione Danni che si collocano a 3.319,6 milioni di euro. Complessivamente la raccolta premi risente moderatamente delle conseguenze del Covid-19, subendo un decremento del 3,8%, principalmente riconducibile al comparto Vita (-12%) e al volontario contenimento delle crescite del business del Ramo I. Si conferma la grande solidità e resilienza del Gruppo nonostante il contesto: la situazione patrimoniale risulta in miglioramento con un Patrimonio Netto che supera i 2,9 miliardi riflettendo i positivi risultati economici conseguiti nell'esercizio e favorendo la crescita dell’indice di Solvibilità che passa dal 276% del 2019 al 290% di fine anno. Inoltre, il Gruppo ha anche visto migliorare ulteriormente la qualità della relazione con i suoi principali stakeholder.

Per quanto riguarda i Dipendenti, Reale Group è stato certificato “Great Place To Work Italia 2020”, grazie ai risultati particolarmente positivi emersi dalla seconda survey di valutazione del clima aziendale condotta dalla società Great Place to Work. Correttezza e integrità aziendale, ambiente di lavoro, conciliazione e welfare per i dipendenti, leadership manageriale e fiducia nel cambiamento, nonché orgoglio e senso di appartenenza sono fra i punti di forza che emergono dall’inchiesta.

Anche la qualità del servizio verso i Soci-Assicurati/Clienti cresce ancora. È infatti migliorato l’indice che misura la raccomandabilità delle Compagnie (Net Promoter Score), a riprova dell’efficacia della strategia di customer centricity del Gruppo. Reale Mutua chiude con un risultato positivo, pari a 106,8 milioni di euro, in incremento rispetto al 2019 (pari a 85,3 mln), principalmente per una miglior redditività tecnica del comparto Danni e per un maggiore apporto di dividendi in risalita dalle controllate. A livello di singole gestioni, il comparto Danni contribuisce per 94,6 milioni, in miglioramento di circa 15 milioni rispetto al 2019, mentre il comparto Vita si attesta a 12,2 milioni.

In coerenza alle evidenze del Gruppo, si rafforza la Solidità della Capogruppo, che esprime un Patrimonio Netto in crescita rispetto al 2019 attestandosi a 2.335 milioni di euro ed un Solvency Ratio al 4Q pari al 380,8% in incremento rispetto al dato FY19 pari a 362,5%.

È confermata la destinazione dell’1% dell’utile consolidato di Gruppo a Reale Foundation, la fondazione corporate di Reale Group per un importo pari a 1,55 milioni di euro. Con l’obiettivo di contribuire al raggiungimento degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile (SDG), fissati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, Reale Foundation interviene a supporto delle comunità in cui Reale Group è presente e opera (Italia, Spagna e Cile).