Il Consiglio di Amministrazione di Unieuro S.p.A. (MTA: UNIR), ha esaminato e approvato il bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 28 febbraio 2021. In un anno reso estremamente complesso e volatile dalla pandemia, la crescita dei volumi di vendita,

il boom dell’e-commerce e l’efficacia delle azioni adottate dal management per gestire l’emergenza1 hanno consentito alla Società di compensare ampiamente gli effetti delle misure restrittive imposte dalle Autorità e di chiudere l’esercizio con risultati record. A fronte di ricavi per 2,7 miliardi, massimo storico per Unieuro e per l’intero settore di riferimento, la redditività ha toccato livelli straordinari anche grazie ai benefici dell'azione manageriale, alcuni dei quali non ripetibili. L’EBIT Adjusted è quindi salito del 48% a 86,8 milioni di Euro, mentre il Risultato netto Adjusted ha registrato una performance ancora migliore, toccando i 66,9 milioni (+58,8%).

In virtù dell’eccezionale redditività e generazione di cassa[v], pari a 124,7 milioni di Euro, il Consiglio di Amministrazione ha pertanto deliberato di proporre all’Assemblea dei Soci la distribuzione sotto forma di dividendo ordinario di 2,60 Euro per azione corrispondenti a un rendimento cedolare del 10%[vi]. Tale dividendo è idealmente frutto della somma di due componenti: 1,60 Euro a valere sugli utili dell’esercizio appena concluso, in applicazione della Politica dei Dividendi, e 1,00 Euro a titolo di compensazione degli Azionisti per il dividendo non erogato nel 2020, avendo essi prudentemente e responsabilmente rinunciato alla cedola alla luce dello scenario economico impattato dalla pandemia. La situazione di Cassa netta4, destinata a rimanere molto solida anche dopo la distribuzione del dividendo proposto, consentirà già nell’esercizio in corso di finanziare i significativi investimenti necessari alla trasformazione digitale in chiave omnicanale di Unieuro. Tali progetti saranno parte fondante del Piano Strategico attualmente in fase di elaborazione.