Novakid annuncia un round di Serie B da 35 milioni di dollari guidato da Owl Ventures e Goodwater Capital. L’investimento sarà utilizzato da Novakid per espandersi in nuovi mercati nelle regioni asiatiche, rafforzare la posizione dell'azienda nei mercati esistenti (Europa e MENA),

sviluppare contenuti educativi originali e lanciare una nuova piattaforma di gamification per aumentare la fedeltà e la soddisfazione dei clienti. Anche gli attuali investitori di serie A PortfoLion, TMT Investments, Xploration Capital e LearnStart, così come i seed investors LETA Capital e BonAngels hanno aderito al round. Il formato di apprendimento di Novakid combina un curriculum digitale interattivo con sessioni individuali in live in cui gli studenti e gli insegnanti madrelingua usano l'inglese per un'immersione linguistica al 100%. La piattaforma offre lezioni digitali, tour virtuali a 360 gradi, giochi e sistemi di valutazione basati sui progressi degli studenti, permettendo loro di adattare il programma ad ogni singola esigenza e bambino. Nel 2021 il tasso di crescita della base di clienti attivi di Novakid ha raggiunto quasi il 700% anno su anno, con una crescita mensile del 14,8%. Il numero di lezioni erogate da Novakid ha superato la soglia dei 2,2 milioni nel giugno 2021, raggiungendo oltre 410.000 nuove lezioni prenotate mensilmente. Si prevede che il personale docente raggiunga i 3000 insegnanti di madrelingua inglese entro la fine del 2021. A giugno 2021, l'Europa rappresenta l'80% del portafoglio clienti dell'azienda, il MENA il 15% e la regione Asia-Pacifico il 5%. Il volume del mercato globale dell'insegnamento online dell'inglese come seconda lingua è stimato a 10 miliardi di dollari nel 2021, e il suo segmento per l’insegnamento ai bambini è stimato a 3 miliardi di dollari. Entro il 2030, questi mercati dovrebbero crescere rispettivamente fino a 38 miliardi di dollari e 25 miliardi di dollari. Gli esperti spiegano la crescente popolarità dell'apprendimento dell'inglese online a causa della globalizzazione, che ha portato a una crescente domanda di dipendenti multilingue da parte delle aziende, oltre che la tendenza di aderire a scuole online come integrazione al percorso di apprendimento tradizionale, soprattutto come conseguenza della Didattica a Distanza