Prestito finalizzato +12,03%, prestito personale +1,79% e mutui +4,27%, boom delle richieste tramite canali digitali a +67% rispetto al mese precedente Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia e Trentino-Alto Adige in prima fila sui mutui Experian ha presentato i dati

del nuovo Rapporto sul Credito Italiano – Trends & Insights, relativi al mese di novembre 2021. I dati raccolti sono ampiamente positivi rispetto al mese precedente; in particolare è da rilevare l’impatto legato al Black Friday, che ha dato una forte spinta al prestito finalizzato, con cui i consumatori hanno risposto alle numerose offerte del periodo.

Tra gli indicatori osservati nel corso del mese quello più positivo è proprio quello dei prestiti finalizzati che registra un +12,03% rispetto ad ottobre 2021, +36,86% in confronto con ottobre 2020 e dato sempre positivo, +7,61% anche rispetto a ottobre 2019. Per quanto riguarda prestiti personali e mutui registriamo dati positivi rispetto al mese precedente, rispettivamente +1,79% e +4,27%, un trend che si conferma positivo anche rispetto a novembre 2020 con +11,94% per il prestito personale e +43,58% per i mutui. Anche rispetto a novembre 2019 i dati sono tendenzialmente positivi, con l’unica eccezione che viene dal prestito personale che sembra non aver ancora superato la crisi Covid-19 e indica un -26,88%. Positivo in particolare il confronto per i mutui: +10,43%. Il dato che si conferma di gran lunga il più positivo in questi due anni è l’utilizzo delle piattaforme digitali per accedere al credito: qui il confronto tra novembre 2021 e novembre 2019 registra un netto +112%. Si tratta di un boost senz’altro legato alle offerte del Black Friday, considerato che tra novembre 2021 e ottobre 2021 l’aumento registrato è del 67,52%. Se spostiamo la lente d’ingrandimento sulle realtà regionali possiamo osservare come la crescita percentuale dei prestiti finalizzati si concentri principalmente in Sicilia (+17,60%), Liguria (+14,89%) e Puglia (+14,81%). Per quanto riguarda i mutui invece abbiamo una classifica diversa con: Emilia-Romagna (+16,12%), Friuli-Venezia Giulia (+15,55%), Trentino-Alto Adige (+14,77%), Veneto (+13,49%) e Sardegna (+13,44%). Percentuali di crescita più basse per il prestito personale con: Sardegna (+7,52%), Toscana (+4,82%), Liguria (+4,69%) e Campania (4,57%). “Il mese di novembre ci offre un’ulteriore conferma dello stato di buona salute del credito italiano, con indicatori che crescono non solo rispetto al mese precedente ma anche allo stesso periodo dell’anno scorso”, dichiara Armando Capone Chief Commercial Officer di Experian. “Se il Black Friday, e in generale l’avvio della stagione dello shopping in vista delle festività natalizie, stimola sicuramente un aumento generale degli indicatori, registriamo con piacere gli effetti positivi sui comportamenti dei consumatori della generale ripresa economica in atto.”

Il Rapporto sul Credito Italiano – Trends & Insights analizza regolarmente l’andamento delle richieste di strumenti finanziari sulla base dei dati disponibili nel Sistema di Informazioni Creditizie di Experian, che raccoglie oltre 80 milioni di posizioni creditizie. Le analisi vengono realizzate su Ascend, l’innovativa piattaforma integrata di big data e analytics recentemente lanciata da Experian.