Il secondo trimestre del 2022 è stato caratterizzato da un difficile quadro macroeconomico e in particolare dal perdurare di un elevato livello di inflazione. La correzione dei mercati azionari, già iniziata nei primi mesi dell’anno, è proseguita anche tra aprile e giugno. I titoli biotecnologici, appartenenti al Nasdaq

Biotech Index, hanno registrato una perdita del 9.8% in Usd. A giugno si sono osservati i primi segnali di ripresa delle attività M&a, che hanno ridato slancio alla performance del settore a fine trimestre.

L’azione di BB Biotech ha archiviato il secondo trimestre con un rendimento complessivo del -12.5% in Chf e -10.9% in Eur. Il portafoglio ha invece espresso una performance del -8.6% in CHF, -6.7% in Eur e -11.7% in Usd. Di conseguenza, la perdita netta per il secondo trimestre 2022 è stata di Chf 233 milioni, contro un utile netto di Chf 129 milioni nello stesso periodo del 2021. A giugno è stata inserita nel portafoglio investimenti di BB Biotech una nuova azienda, Celldex Therapeutics, specializzata nello sviluppo di principi attivi per la terapia di patologie di tipo infiammatorio e allergico, profilandosi quindi come un’interessante integrazione nell’ambito delle malattie autoimmuni. È stata chiusa la posizione in Nektar Therapeutics, il cui preparato non ha evidenziato benefici clinici per il melanoma non resecabile o metastatico, il carcinoma a cellule renali o il cancro della vescica. Nonostante il netto raffreddamento del sentiment sui mercati, le aziende in portafoglio hanno reso noto il raggiungimento di numerosi traguardi significativi, tra cui anche i risultati di studi clinici di prodotti in fase avanzata di sviluppo.

Il successo riscosso dai vaccini contro il Covid-19 ha fornito una dimostrazione incontrovertibile dell’eccellente valore e dei vantaggi del comparto delle biotecnologie. Questa tendenza appare destinata a riconfermarsi nel tempo, non solo per il Covid-19, ma anche alla luce di quanto dimostrato dai favorevoli flussi di notizie in tutti gli ambiti terapeutici e per tutte le tecnologie, sia già pubblicati nel secondo trimestre 2022 che attesi in prospettiva futura. Il team d’investimento si attende un’accelerazione delle operazioni societarie nella seconda parte dell’anno, con una lieve predilezione per gli accordi di licenza rispetto alle attività di fusione e acquisizione. La strategia di Bb Biotech resta focalizzata su aziende di elevata qualità, dotate di tecnologie all’avanguardia, grandi capacità di leadership e team di gestione estremamente abili, nonché progetti operativi in grado di offrire progressi reali per i pazienti e per i sistemi sanitari.