CCIR

Saipem ha firmato un Memorandum of Understanding (MoU) con Gulf Petrochemical Industries Company (GPIC), una joint venture partecipata alla pari da National Oil and Gas Holding Company del Regno del Bahrain, dalla saudita SABIC Agri-nutrient Investments

e dalla kuwaitiana Petrochemical Industries Co..

Oggetto del protocollo d’intesa è lo studio di fattibilità di tre importanti progetti. Il primo riguarda l'incremento della produzione giornaliera di ammoniaca, urea e metanolo di un impianto GPIC già esistente, attraverso soluzioni tecnologiche che consentono la riduzione del consumo di energia e l’utilizzo di gas naturale. Il secondo progetto consiste in uno studio di pre-fattibilità per la costruzione di un nuovo mega-impianto per la produzione di ammoniaca e di urea, mentre il terzo è volto a determinare la qualità delle riserve di gas nei giacimenti scoperti nel 2018 al largo della costa occidentale del regno.

Maurizio Coratella, Chief Operating Officer della Divisione Onshore E&C, ha commentato: “Il Memorandum of Understanding firmato con Gulf Petrochemical Industries Company costituisce una nuova importante opportunità nel percorso di Saipem verso il rafforzamento della propria presenza e delle relazioni in quest'area strategica”.