CCIR

Il vice ministro dell’Agricoltura cinese, Qu Dongyu, è stato eletto alla guida dell’agenzia delle Nazioni Unite per il Cibo e l’Agricoltura, con sede a Roma. È la prima volta in 70 anni che un funzionario cinese viene designato alla direzione della Fao.

"Questa è una data storica, un nuovo trampolino di lancio per l'agricoltura e il cibo nel mondo”, ha detto Qu Dongyu, nel discorso pronunciato dopo il voto. Qu ha promesso di essere "concreto" per combattere la fame e la povertà nel mondo, sottolineando che è necessario "riformare" e "trasformare" l'agenzia delle Nazioni Unite per "fare una nuova Fao, più giovane e più dinamica". Il nuovo leader cinese dell'organizzazione multilaterale, il cui mandato durerà per quattro anni, dal 1 agosto 2019 al 31 luglio 2023, succede al brasiliano José Graziano da Silva, che è al termine di due mandati. (Ambasciata di Cina in Italia)