CCIR

Il convegno ha visto la partecipazione di 18 relatori in qualità di esponenti di alcune tra le maggiori realtà non solo commerciali, ma anche istituzionali e finanziarie dei due paesi, che si sono alternati in due tavole rotonde bilingue,

moderate dalla giornalista di Radio 24 – Il Sole 24 Ore Laura Bettini e a cui hanno assistito oltre 120 spettatori.

A introdurre i lavori è stato Vincenzo Trani, il quale, forte del duplice ruolo di imprenditore di successo in Russia e Presidente della Camera di Commercio Italo-Russa, ha potuto analizzare approfonditamente il concluso 2019 dal punto di vista degli scambi commerciali e d’affari e offrire prospettive incoraggianti per il 2020. In particolare, è stata lodata per il 2019 la crescita degli scambi tra i due paesi, così come il cammino verso la stabilità valutaria russa, confermato dalla crescita del PIL, che hanno consentito alla CCIR di poter operare favorevolmente nelle relazioni tra i due paesi. Non solo, quindi, il 2019 si conferma un anno importante per gli imprenditori e i rapporti italo-russi: il 2020 in Russia inizia con considerevoli cambiamenti, che il Presidente considera sicuramente positivi e rivolti ad una stabilità che la Russia vuole per se stessa e vuole offrire ai paesi stranieri.

I favorevoli interscambi Italia-Russia sono stati analizzati a livello regionale nell’intervento di Alan Christian Rizzi, Sottosegretario con delega ai Rapporti con le Delegazioni Internazionali della Giunta di Regione Lombardia, il quale ha offerto un’interessante panoramica degli interscambi tra la Russia e la Lombardia, focalizzandosi sui principali settori di partnership esistenti e futuri, in un’ottica di rafforzamento della collaborazione. Significativo il progetto avviato con la Regione di Rostov, che ha visto la missione in loco del Presidente della Regione Lombardia. Altrettanto favorevoli le prospettive dalla parte russa nell’intervento del Console Generale della Federazione Russa a Milano Alexander Nurizadè, il quale nel constatare la crescita dell’economia russa, dati alla mano, ha lodato l’operato della Camera del Commercio e dell’Industria della FR e della CCIR, con uno sguardo alle iniziative culturali che legano da sempre i due paesi. Dmitry Kurochkin, Vice Presidente Camera di Commercio e Industria della Federazione Russa (TPP RF) e della Camera di Commercio Italo-Russa, si è invece concentrato sui progetti di collaborazione e ha segnalato che l’Italia sarà il Paese Partner a Innoprom 2020, la principale fiera russa dedicata all’industria, al commercio e all’export.

Andrey Razbrodin, Capo del Comitato della TPP RF per l’industria leggera, ha inquadrato l’industria tessile e leggera russa e le interazioni con gli altri paesi, in un’ottica di aumento della localizzazione in Russia.

Si è rivolta quindi l’attenzione all’Unione Economica Eurasiatica nel suo complesso per illustrare le opportunità commerciali e di investimento nell’intera area, con Vladimir Ulakhovich, Presidente della Camera di Commercio e Industria della Bielorussia e Giulio Amatucci, Presidente della Camera Italiana per il Commercio con il Kazakhstan.

A seguito della parte istituzionale si sono svolte due tavole rotonde con nomi di spicco del mondo dell’imprenditoria dei due paesi.

La discussione è stata aperta da Sergey Bednov, Direttore Generale di Expocentre, che ha offerto un quadro relativo alla partecipazione delle aziende italiane alle fiere in Russia, illustrando come Expocentre sia per molte di loro un trampolino di lancio.

A seguire Aimone di Savoia Aosta, Direttore Generale di Pirelli Tyre in Russia e Vice Presidente della CCIR, con un intervento dedicato al successo della delocalizzazione di Pirelli in Russia, nel quale ha lodato i meccanismi di supporto all’export attuati dal governo russo.

Unicredit ha quindi analizzato le opportunità di investimento tra Italia e Russia da un punto di vista finanziario con i rappresentanti Fabrizio Rollo, Head of International Center di Unicredit e Alessandro Paoli, Head of International Center in Italia, segnalando come Unicredit sia una piattaforma di networking fondamentale, essendo stata la prima banca ad ottenere una licenza da un’autorità in Russia, per promuovere rispettivamente investimenti diretti in Russia e in Italia.

La tavola rotonda è stata chiusa da Morten Lehn, Managing Director di Kaspersky Lab Italia, il quale ha offerto un chiaro quadro sul dibattuto tema della sicurezza informatica, e Andrea Romani, Business Development Manager di Rizzani De Eccher, che ha illustrato gli interventi della sua azienda sulla VTB Arena e sulla ricostruzione dello stadio Dynamo. Il Presidente della CCIR Vincenzo Trani, rivolgendo un saluto speciale al Presidente Onorario della CCIR Rosario Alessandrello, ha concluso ringraziando tutti i Soci della Camera di Commercio Italo-Russa e i partecipanti degli eventi organizzati dalla CCIR, auspicando una più decisa partecipazione nella vita camerale non solo delle grandi aziende, ma anche delle piccole e medie imprese, che sono le benvenute nel prendere parte attiva alla gestione e alle iniziative accanto alle “grandi”. Sono proprio le piccole e medie imprese, infatti, che la Camera può supportare maggiormente nell’affacciarsi e svilupparsi sui mercati russo e italiano.

L’ultima tavola rotonda ha visto il Segretario Generale Leonora Barbiani in qualità di rappresentante della Camera di Commercio Italo-Russa illustrare le attività della CCIR e i significativi risultati del 2019 nel supporto alle aziende dei due paesi.

Tra i relatori della tavola anche Fidenza Village e S7: Silvia Tagliaferri, Tourism Director di Fidenza Village ha sottolineato il ruolo chiave della celebre destinazione di shopping nell’attrarre turisti russi, mentre Marzio Scamolla, Country Manager Italy di S7 Airlines ha illustrato la storia di successo della compagnia aerea e l’ampliamento della collaborazione con le istituzioni russe e italiane.

Gli ultimi dati positivi sugli investimenti e le opportunità tra i due paesi sono stati offerti da Lino di Santo, Investment Manager del MIR Capital Advisory Team e Enrico Troianiello, Partner Curtis, Mallet-Prevost, Colt&Mosle LLP.