Sono passati trent’anni da quando il presidente polacco Lech Wałęsa, cecoslovacco Václav Havel e il premier ungherese József Antall firmarono una dichiarazione congiunta nella cittadina ungherese Visegrád, segnando così la nascita dell’omonimo Gruppo.

Inizialmente fu un Triangolo, ma successivamente, quando la Repubblica Federale Ceca e Slovacca si sciolse dando vita il 1° gennaio 1993 alla Repubblica Ceca e alla Repubblica Slovacca, il Triangolo di Visegrád si trasformò in Gruppo di Visegrád (chiamato anche “Quartetto di Visegrád” o sempicemente “V4”). In occasione di questo anniversario a Cracovia, in Polonia (che detiene la presidenza annuale di turno), i capi di governo dei quattro paesi V4 hanno firmato la Dichiarazione di Anniversario e la Dichiarazione Digitale (entrambe in allegato). Al vertice ha partecipato anche il capo del consiglio europeo Charles Michel. 

L’Ambasciata di Polonia a Roma,  ha invece organizzato in collaborazione con il centro studi Geopolitica.info un convegno di approfondimento: “Trent'anni di Visegràd: una nuova Europa che guardi più a est?” che ha visto gli interventi del presidente della Commissione Affari Esteri della Camera dei Deputati on. Piero Fassino e degli ambasciatori in Italia dei quattro paesi V4: Anna Maria Anders (Polonia, presidente di turno del Gruppo dal 1 luglio 2020 al 30 giugno 2021), Hana Hubackova (Repubblica Ceca), Adam Kovacs (Ungheria ), Jan Soth (Slovacchia).

Alla discussione moderata da Giangiacomo Calovini, coordinatore Europa del Centro Studi Geopolitica.info, ha preso parte anche il prof. Andrea Carteny dell’ Università La Sapienza di Roma.

Sul sito web dell’Ambasciata di Polonia è disponibile una brochure in pdf realizzata per quest’occasione che illustra brevemente che cosa è e come funziona il Gruppo di Visegrád.

https://www.gov.pl/web/italia/30-anniversario-della-nascita-del-gruppo-i-visegrad