L’associazione Economica del Messico in Italia illustra i prossimi obiettivi e le strategie per attuarli: ampliare la Comunità Aemi e diventare la prima Camera di Commercio Messicana in Italia. Istituiti tre gruppi di lavoro su Tecnologia, Agroalimentare e Turismo.

Continuare ad ampliare la comunità Aemi agli operatori che già collaborano o sono interessati ad avviare una relazione con il Messico. Il nostro obiettivo in questa prima fase strategica è quello di costituire la prima Camera di Commercio Messicana in Italia, una struttura permanente che renda costanti e continue relazioni tra Italia e Messico, per ampliare non solo i flussi commerciali ed economici, ma anche una cooperazione in ambito culturale, turistico, scientifico, accademico e anche sportivo”.

Sono le parole del Presidente dell’Associazione Economica del Messico in Italia – Aemi, Letizia Magaldi, in occasione dell’Assemblea dei soci e della presentazione pubblica dell’Associazione al mondo imprenditoriale e a quello istituzionale presso l’Ambasciata del Messico in Italia. Ad affiancare Magaldi, il Presidente onorario Aemi Carlos Garcia de Alba, Ambasciatore del Messico in Italia, il Segretario Paolo Ruffato, Direttore Generale in Italia della multinazionale alimentare messicana Gruppo Bimbo, e il Direttore dell’Aemi Cecile de Mauleon. In un videomessaggio è intervenuta anche Luz Maria de la Mora, Viceministro dell’Economia del Messico, dichiarando il suo sostegno ad Aemi: “L'Italia è il 13° partner commerciale del Messico a livello globale, mentre il Messico è il principale mercato in America Latina per i prodotti e servizi italiani. Il commercio bilaterale supera i 6 miliardi di dollari. Per questo, l’AEMI ha un importante ruolo come spazio di dialogo e scambio di idee, progetti e proposte a livello di sistema Paese al fine di rafforzare ulteriormente le relazioni Italia-Messico con un approccio multidisciplinare e multisettoriale. Celebro il lavoro svolto dall'AEMI in un solo anno di vita, e mi auguro la sua pronta costituzione come prima Camera del Messico in Italia”.

La platea era composta da tutti i soci nonché da imprese e istituzioni interessate alla cooperazione bilaterale Italia-Messico. Aemi è stata costituita nell’ottobre 2020 da un gruppo di sette piccole, medie e grandi imprese di varie filiere industriali, con l’obiettivo comune di consolidare ed estendere i legami industriali, commerciali, culturali, turistici, scientifici e accademici tra i due Paesi. Un impegno dunque a 360 gradi. A meno di un anno dalla costituzione conta oggi 21 medie e grandi aziende sia italiane che messicane. E nel frattempo si sono uniti alla squadra del Consiglio direttivo di Aemi Aldo Davoli di Campari, Marco Nicoli di Tesi Group, Giovanni Sabino di Fiorucci (Campofrio), e Diana Beltran di Meita SRL.  In questa fase iniziale, l’associazione ha deciso di creare 3 gruppi di lavoro di advocacy e opportunità economiche, relativamente ai settori Tecnologia, Agroalimentare e Turismo. Tre settori industriali che rientrano tra i principali in Messico e che offrono ancora grandi spazi per crescere, ha sottolineato il Presidente Magaldi, che è anche Vice Presidente della Magaldi Power, azienda leader di impiantistica industriale per il trasporto di materiali ad alta temperatura e tecnologie di storage per le energie rinnovabili, con una forte vocazione all’innovazione tecnologica, alla sostenibilità ambientale e all’internazionalizzazione. Magaldi Power, fondata nel 1929, è presente in Messico da più di 15 anni con circa 40 impianti installati nel paese.  L’obiettivo principale è poi creare la prima Camera di Commercio Messicana in Italia, un percorso che impiegherà 18 – 24 mesi. Aemi ha un programma molto ampio di incontri e punta a promuovere una Missione di “Sistema Messico-Italia” nel 2022.

Come Aemi il nostro lavoro non terminerà con la creazione della Camera di Commercio, anzi. Il nostro obiettivo è quello di creare il Sistema Messico in Italia”, ha detto l’Ambasciatore Carlos Garcia de Alba, ricordando le recenti stime della CEPAL per la crescita del Messico nel 2021: “l'agenzia prevede che l'economia del Messico crescerà del 6,2% quest'anno e la colloca tra le nazioni latinoamericane che avranno la crescita più alta nel 2021”. Numeri che dimostrano il potenziale dell'economia messicana nel periodo post-covid.