CCIR

E’ di 9,7 milioni di euro la somma trasferita al Piemonte per i centri estivi. “La Conferenza Unificata Stato-Regioni - comunica l’assessore regionale alle Politiche per la Famiglia, Chiara Caucino - ha confermato l’importo di riparto originariamente previsto. Grazie alla collaborazione

efficace ed immediata del mio Assessorato con il Dipartimento nazionale per la Famiglia i 635 Comuni che si sono dichiarati interessati riceveranno in modo puntuale le risorse”.

I soggetti che potranno collaborare con i Comuni nella realizzazione degli interventi finanziati, potranno essere, specifica l’assessore, “enti privati, scuole paritarie di ogni ordine e grado, enti appartenenti al Terzo Settore, imprese sociali, enti ecclesiastici e di culto, purché dotati di personalità giuridica”.

Nel ringraziare la struttura regionale “per l’ottimo lavoro svolto in tempi così stretti in collaborazione con Anci, i cui effetti andranno a vantaggio, oltre che dei Comuni, delle famiglie, dei bambini e dei ragazzi piemontesi”, l’assessore Caucino fa presente che “stiamo parlando di risorse che permetteranno di contenere il costo finale a carico dei cittadini, su cui non è immaginabile vadano a gravare i maggiori oneri economici legati all’attuazione di tutte le misure necessarie previste per la prevenzione del contagio”.