In occasione della Settimana Mondiale dello Spazio, promossa dalle Nazioni Unite, l’Ambasciata d’Italia a Bruxelles ha ospitato in Residenza un evento finalizzato a promuovere la collaborazione in ambito spaziale tra Italia e Belgio e durante il quale è stata

anche presentata Telespazio Belgio, azienda costituita nel luglio 2021 e controllata da Telespazio, joint venture tra Leonardo e Thales L’iniziativa si è svolta, il 6 ottobre, alla presenza di un qualificato e selezionato parterre di rappresentanti istituzionali ed imprenditoriali, sia belgi sia europei, appartenenti al settore spaziale, industriale, della ricerca, nonché di esponenti del Governo federale belga. Fra questi, erano presenti il Segretario di Stato, Thomas Dermine, competente per il rilancio economico e le politiche spaziali, e il Ministro David Clarinval, competente per le piccole e medie imprese e per l’agricoltura. 

Nel suo intervento, l’Ambasciatore d’Italia a Bruxelles, Francesco Genuardi, ha sottolineato l’importanza e la specialità della collaborazione, anche in campo spaziale, tra Italia e Belgio, destinata a crescere e a rafforzarsi ulteriormente in futuro, grazie al ruolo attivo e dinamico di una delle eccellenze italiane attive nel settore spaziale. L’Ambasciatore si è poi soffermato sul contributo portato al settore dalle donne. “La Settimana Mondiale dello spazio – ha detto - costituisce un’occasione importante per sottolineare l’importanza del contributo che lo spazio, la scienza e la tecnologia portano al miglioramento della condizione umana, che passa anche attraverso un maggiore coinvolgimento delle donne in tale settore strategico. Figure italiane riconosciute a livello internazionale, alla stregua di Samantha Cristoforetti, Ersilia Vaudo e ancora Manuela Aguzzi, possono costituire modelli da presentare alle bambine e alle ragazze nell’orientare il loro percorso futuro lavorativo”.

Il Segretario di Stato Dermine ha evidenziato le opportunità derivanti dai rispettivi piani nazionali di rilancio anche nel settore spaziale e ha espresso il proprio forte auspicio a proseguire questa importante collaborazione. Ha anche ringraziato Telespazio per aver portato le proprie attività ed il proprio expertise a Transinne nelle Ardenne.

Il CEO di Telespazio, Luigi Pasquali, ha tenuto a sottolineare l’importanza strategica del settore spaziale in Belgio che, grazie alla politica del Governo federale, è stata oggetto di un importante e ambizioso piano di sviluppo al quale Telespazio potrà fornire il proprio expertise anche con riferimento ai programmi europei cui partecipa (Copernicus, EGNOS e Galileo) e alle nuove attività quali cybersecurity per i satelliti e per i droni. Quanto al ruolo delle donne in ambito spaziale, Pasquali ha precisato la crescente attenzione del gruppo Telespazio Belgium: il 35% del personale appartiene al genere femminile con cifre destinate ad aumentare ulteriormente per ridurre il gender gap.

L’iniziativa dell’Ambasciata italiana ha consentito di presentare l’Italia quale eccellenza anche nel settore dell’alta tecnologia e di rafforzare ulteriormente la tradizionale amicizia tra Italia e Belgio, così come il rapporto con le comunità federali e locali, sia in termini di creazione di opportunità qualificanti di lavoro per giovani talenti, sia di partecipazione alla costruzione delle infrastrutture avanzate nel settore spaziale.