CCIR

Gli scambi con la Cina valgono 15,7 miliardi per la Lombardia nel 2017, 11,8 miliardi di import e quasi 4 miliardi di export. Boom dell’export regionale, +9,9% in un anno, con un import che prosegue nella crescita, +1,6%. Secondo una elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi,

prima per scambi è Milano con oltre 7 miliardi, poi Lodi con 1,8 miliardi, Bergamo, Monza, Brescia e Varese con oltre un miliardo. Primi settori di scambio: computer e apparecchi elettronici con 3,2 miliardi, tessile e moda con 2,5 miliardi (+5%), macchinari con 2,2 miliardi (+1,4%) e apparecchi elettrici e metalli con 1,5 miliardi (rispettivamente +10% e +0,6%). Seguono con 1,2 miliardi i prodotti delle altre attività manifatturiere tra cui mobili, gioielleria e design (+8%) e la chimica (+11%). Crescono mezzi di trasporto (537 milioni, +27%) e alimentari (160 milioni, +18,5%).

Per le imprese di arredo – design, con Promos - Camera di commercio ecco come avvicinarsi con l’e–commerce al mercato cinese. WeChat per promuoversi e vendere nel mercato cinese WeChat ha rivoluzionato internet, non solo in Cina. Una rivoluzione nata nell'era in cui gli smartphone soppiantano i pc e che ha convertito l'uso dei social network da semplici chat in aggregatori di servizi grazie all'integrazione con piattaforme e-commerce. Grazie a Promos, l’azienda speciale della Camera di commercio si può effettuare la registrazione di un Account Ufficiale Service verificato in Cina e migliorare il posizionamento digitale in ambito b2b e b2c. L’iniziativa si rivolge alle imprese del settore Arredo Design. In Cina gli utenti internet hanno raggiunto quota 771.98 milioni (un cinese su due naviga in rete) e più del 95% si collega a internet tramite un dispositivo mobile (dati China Internet Network Information Center). Circa l’83% di tutti gli utenti smartphone cinesi utilizzano WeChat. Le aziende italiane possono utilizzare WeChat come strumento di comunicazione sia per aumentare la notorietà del marchio e fornire informazioni su di esso, sia come uno strumento di vendita e di e-commerce. L’adesione all’iniziativa consente alle aziende con sede legale e/o operativa a Milano, Monza Brianza e Lodi di partecipare all’assegnazione di contributi a fondo perduto pari a € 6.000,00 lordi previsti nell’ambito del Bando per l’Internazionalizzazione delle MPMI della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi 2018.