Stampa

Dal 13 al 17 maggio la Regione Piemonte, in coordinamento con VisitPiemonte, la società in house per la valorizzazione turistica e agroalimentare della Regione Piemonte partecipata anche da Unioncamere,

ha fatto rotta sulla Cina con alcuni importanti appuntamenti a Pechino e a Shanghai. 

Punto di incontro di oltre 850 buyers cinesi selezionati e professionisti del settore, i 3 giorni b2b di ITB China si  sono inseriti nella strategia di rafforzamento della visibilità del Piemonte in Cina, come sottolinea l’Assessora regionale alla Cultura e al Turismo: secondo i dati dell’Osservatorio turistico regionale, nel 2018 il mercato cinese ha registrato oltre 30mila visitatori e oltre 90mila pernottamenti, con una crescita rispettivamente del +16,2% e + 4,8% sul 2017. La Cina si attesta quindi al 15° posto rispetto ai mercati esteri per il Piemonte. Mete preferite dei viaggiatori cinesi: la Città Metropolitana di Torino (63,2% dei pernottamenti di turisti cinesi in Piemonte), l'Alessandrino (12,7%) e l'area del Distretto dei Laghi (9,6%).  

La partecipazione all’evento aggiunge un importante tassello alla collaborazione tra Piemonte e Cina, che nel 2018 ha visto la partecipazione della Regione al progetto Joint Promotion Platform, il programma europeo di promozione turistica sul mercato cinese lanciato nel 2018 in occasione dell’Anno del turismo Europa-Cina, a cui la Regione Piemonte ha aderito affidando il coordinamento a livello regionale a VisitPiemonte. 

La presenza regionale a Pechino e Shanghai è stata dunque l’occasione per raccontare una regione fuori dalle rotte consuete, a partire dal suo capoluogo, che accoglie i visitatori cinesi in arrivo a Torino Airport con la Certificazione Welcome Chinese.