CCIR

 

E’ ampiamente positivo il bilancio della prima edizione Progetto SEI “Sostegno all’Export d’Italia” curato da Promos Italia - sede di Modena - in collaborazione con la Camera di commercio di Modena. L’interesse riscontrato dalle imprese

e stato l’elevato numero di adesioni hanno portato a programmare una seconda edizione in autunno.

Il Progetto, promosso da Unioncamere per favorire la crescita dell’export italiano, è finanziato con risorse del Fondo di Perequazione e propone molteplici azioni, tutte gratuite, dedicate alle imprese che non hanno mai operato sui mercati esteri ed a quelle esportatrici non abituali.

Tra le attività offerte: orientamento, formazione, informazione specialistica, check up export e consulenze personalizzate, con l’obiettivo di promuovere una maggiore esposizione internazionale delle nostre aziende attraverso percorsi di internazionalizzazione che si compongono di vari servizi.

Oltre alle attività già collaudate nella prima edizione, saranno proposte nuove interessanti opportunità per le imprese come approfondimenti sui mercati esteri (giornate Paese), eventi promo-commerciali (incoming e outgoing), sevizio di mentoring e accompagnamento con piani personalizzati di export kick-off.

Le imprese interessate a partecipare possono già iscriversi sul portale www.sostegnoexport.it. A seguito dell’adesione verranno contattate, per partecipare alle singole attività, dagli uffici di PromosItalia sede di di Modena.

"Siamo soddisfatti dell'ottima riuscita dell'iniziativa - ha spiegato Giovanni Da Pozzo, Presidente di Promos Italia - ma soprattutto è importante aver ricevuto riscontri positivi dalle imprese modenesi sull'utilità del progetto. Considerata l'alta richiesta - ha proseguito Da Pozzo - lo replicheremo in autunno per offrire ad altre imprese del territorio un supporto concreto al loro sviluppo internazionale".

Il Presidente della Camera di Commercio Giuseppe Molinari ha sottolineato che “l’economia modenese è da sempre proiettata sui mercati internazionali, tanto che Modena risulta l’ottava provincia esportatrice con 13 miliardi di export nell’ultimo anno. Con questa iniziativa intendiamo offrire nuovi sbocchi commerciali e ampliare ulteriormente la platea delle imprese che esportano, ad oggi circa 1.800”.