Stampa

Il bando E-Commerce è l’opportunità immediata e concreta che le Camere di commercio lombarde e Regione Lombardia offrono alle imprese lombarde che intendono crescere sui mercati attraverso le tecnologie digitali per adeguarsi alle nuove esigenze

e ai cambiamenti che questa situazione straordinaria comporta. Dichiara il presidente della Camera di commercio Carlo Mazzoleni: “Le prescrizioni per limitare il contagio ci hanno mostrato l’importanza del commercio elettronico per raggiungere i consumatori quando il punto vendita non era accessibile. Ora la sua importanza si estende anche alla promozione dei prodotti tramite vetrine virtuali e all’individuazione di nuovi canali commerciali. Questo bando si rivolge proprio alle piccole e medie imprese che non sono ancora attrezzate in tal senso.”

Il bando E-commerce 2020 si pone l’obiettivo di sostenere le imprese che intendono sviluppare e consolidare la propria posizione sui mercati attraverso strumenti di e-commerce, incentivando l’accesso a piattaforme transnazionali (B2B o B2C) e sistemi e-commerce proprietari (siti web e app per dispositivi mobili).

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari al 70% delle spese ammissibili nel limite massimo di euro 10.000. Ogni impresa può presentare una sola domanda con un investimento minimo pari a 4.000 euro.

L’iniziativa è realizzata in accordo con Regione Lombardia, nell’ambito dell’Accordo per lo sviluppo e la competitività del sistema economico lombardo. La dotazione complessiva è di 2.618.000 euro, di cui 1.810.000 a carico della Direzione Generale Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione di Regione Lombardia e 808.000 euro a carico delle Camere di commercio con la seguente ripartizione territoriale:

Al momento della presentazione della domanda, le imprese lombarde interessate dovranno avere già individuato il portafoglio prodotti da proporre sul canale di vendita online, i mercati esteri di destinazione e uno o più canali specializzati di vendita online, selezionati in coerenza con gli obiettivi di prodotto e del mercato di destinazione.

Le aziende potranno presentare progetti relativi all’apertura e al consolidamento di un canale commerciale per l’esportazione dei propri prodotti tramite l’accesso a servizi specializzati per la vendita online B2B o B2C forniti sia da terze parti sia realizzati all’interno del portale aziendale proprietario.

Le domande di contributo potranno essere presentate a partire dal 25 giugno 2020 esclusivamente in modalità telematica con firma digitale.