Ammontano a 2,8 milioni di euro le risorse stanziate dall’assessorato al Lavoro, alla Formazione e all’istruzione per la predisposizione di un avviso pubblico rivolto alle 4 Fondazioni “istituto Tecnico Superiore” delle Marche per la definizione di un’offerta formativa

ad elevato contenuto tecnico e tecnologico. La delibera con le linee guida del provvedimento è stata approvata oggi dalla giunta regionale e attinge le risorse dal POR Marche Fondo Sociale Europeo .

Gli ITS – spiega l’assessore Loretta Bravi – sono istituti ad alta formazione tecnologica aperti ai diplomati di tutte le scuole superiori e costituiscono la prima esperienza italiana di un’offerta formativa post-secondaria non universitaria professionalizzante. Obiettivo di questa delibera è la definizione di un’offerta formativa ad elevato contenuto tecnico e tecnologico in grado di delineare profili professionali di tecnici superiori, necessari all’apporto di innovazione e crescita alle imprese locali . Il vantaggio competitivo di questi percorsi, rispetto a quelli accademici classici, è la velocità di progettazione: virtualmente ogni anno è possibile mutare il contenuto e la finalità del corso, basandosi sulle esigenze rilevate dalle realtà economiche che fanno parte delle Fondazioni. Inoltre il vero valore aggiunto dei percorsi ITS è la reale spendibilità del titolo: da un recente monitoraggio nazionale l’occupazione dei ragazzi formati negli ITS negli ultimi anni si attesta sempre attorno all’80% e il dato marchigiano supera il 90% proprio perché questa qualificazione risponde ad un reale bisogno delle imprese dalle quali è richiesta. Ulteriore punto di forza è il fatto che l’interconnessione sempre maggiore con il mondo del lavoro, convince le aziende stesse ad investire sempre più risorse umane e finanziarie proprie in questo tipo di diplomi”.

Per l’annualità 2020 saranno disponibili 1.287.115 euro, per l’annualità 2022 1.573.141 euro.