CCIR

FINCH è l'acronimo di "Financing impact on regional development of cultural heritage valorisation" ed è un progetto europeo che vede la presenza della Regione Piemonte come capofila di un partenariato internazionale volto alla valorizzazione del patrimonio culturale

anche del nostro territorio FINCH è stato pensato per introdurre strumenti finanziari e partenariati pubblico-privato nelle politiche di conservazione, valorizzazione e gestione del patrimonio culturale, attraverso un processo di apprendimento basato sullo scambio di buone pratiche ed esperienze. Il progetto si prefigge di supportare le regioni partner a migliorare le loro politiche in questo campo, sostenendo l'attuazione di strumenti finanziari destinati agli enti pubblici ed ai soggetti privati, ed il loro coinvolgimento nella fase di gestione e valorizzazione dei beni culturali pubblici attraverso partenariati pubblico-privati, consentendo così di muoversi verso modelli più sostenibili di valorizzazione del patrimonio culturale.

L’Assessore al Patrimonio esprime la sua più alta soddisfazione per l’alta qualità di questo progetto e per il fatto che la Regione sia stata capofila di questo importante lavoro che costituisce un riferimento strategico nel panorama della valorizzazione del patrimonio culturale. Il progetto - co-finanziato dal programma Interreg Europe e dagli Stati Membri a partire dal giugno 2018 e fino a novembre 2022 - conta nel proprio partenariato autorità regionali provenienti da Germania, Grecia, Romania, Polonia e Finlandia, oltre al Dipartimento di Management dell’Università di Torino (Advisory Partner)”.

L’importanza di questo progetto risiede nello scambio di informazioni ed è così che agisce la Policy Learning Platform di Interreg Europe concepita come un centro di interazione tra comunità di responsabili politici, professionisti ed esperti che si occupano di politiche di sviluppo regionale. 

In questo ambito, le pratiche presentate da Regione Piemonte - dedicate al modello di gestione delle Residenze Reali Sabaude del Piemonte e all'iniziativa di crowdfunding "Testimoni di Arte e Bellezza" - sono state positivamente valutate dagli esperti europei ed inserite nella recente pubblicazione di raccomandazioni politiche "Built Cultural Heritage - Integrating Heritage Buildings into Contemporary Society"