CCIR

Scania e Northvolt hanno stretto una partnership per lo sviluppo e la commercializzazione della tecnologia delle batterie. Scania, in particolare, ha annunciato un investimento di 10 milioni di euro per sostenere nuovi sviluppi e supportare Northvolt in una linea dimostrativa e in un centro di ricerca.

L’elettrificazione dei veicoli sta avanzando rapidamente, accelerando il percorso di transizione verso un sistema di trasporto maggiormente sostenibile. Per quanto riguarda i veicoli industriali e gli autobus, lo sviluppo continuo sia di infrastrutture di ricarica che di batterie che siano più robuste, efficienti in termini di costi e sostenibili è di cruciale importanza per una diffusione dell’elettrificazione sul mercato. Diversi incarichi di trasporto richiederanno differenti propulsori elettrici. Per un risvolto ottimale, è quindi necessario che le celle delle batterie vengano sviluppate per rispondere alle diverse esigenze, in continua evoluzione.

Le due aziende istituiranno un team di esperti e lavoreranno insieme al centro di ricerca di Northvolt, Northvolt Labs, a Västerås in Svezia, per sviluppare e commercializzare la produzione di batterie idonee ad alimentare veicoli pesanti. Le due aziende hanno inoltre stipulato un accordo di fornitura per le celle delle batterie.

 La produzione di batterie è un processo ad uso estensivo di energia, la Svezia, in questo senso, offre un’importante fornitura di energia verde. Si tratta quindi di un Paese adatto per la produzione, su larga scala, di batterie sostenibili. Northvolt sta costruendo una fabbrica di ultima generazione di batterie nella città di Skellefteå, nel nord della Svezia, con l’obiettivo di produrre batterie ‘verdi’ di alta qualità, con ridotte emissioni di carbonio ed elevato potenziale di riciclo.

 

La partnership con Northvolt è solo una delle numerose iniziative strategiche messe in atto da Scania per guidare il cambiamento verso un sistema di trasporto sostenibile.