Stampa

Volvo Cars ha annunciato l’utile operativo trimestrale più elevato di sempre pari a 4,2 miliardi di SEK (Corone svedesi) per il secondo trimestre del 2018, che costituisce un aumento del 28,6 percento rispetto allo stesso periodo

dello scorso anno, trainato da un forte incremento nelle vendite globali. Il fatturato nel secondo trimestre è aumentato del 26,9 percento raggiungendo quota 66,0 miliardi di SEK, con il dato di vendita salito del 14,6 percento a toccare quota 170.232 auto. Il margine sull’utile operativo per il periodo è stato del 6,4 percento, in crescita rispetto al 6,3 percento registrato nello stesso periodo dello scorso anno.

Per i primi sei mesi del 2018, Volvo Cars ha riportato un utile operativo di 7,8 miliardi di SEK, che significa un aumento del 15,7 percento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e il profitto più alto di sempre su un semestre.

Il fatturato nella prima metà 2018 è aumentato del 23,6 percento raggiungendo quota 122,9 miliardi di SEK, spinto dal miglior semestre di sempre registrato dell’azienda per quanto riguarda le vendite con 317.639 auto, che significa un aumento del 14,4 percento rispetto alla prima metà del 2017. Il margine sull’utile operativo registrato nel periodo è stato pari al 6,4 percento.

“Questi risultati confermano che Volvo Cars è ora in ottima posizione per un ulteriore periodo di crescita globale sostenibile,” ha affermato Håkan Samuelsson, Presidente e CEO. “Mi aspetto che possiamo consuntivare un altro anno di vendite record per il 2018, proprio nel momento in cui stiamo puntando a proporci come fornitore diversificato di mobilità globale sotto la nostra nuova vision Freedom to Move.”

Dall’acquisizione da parte di Zhejiang Geely Holdings nel 2010, l’azienda ha completamente trasformato la propria attività. Ha allargato la propria impronta produttiva e completamente rinnvato la propria gamma di prodotti negli ultimi anni. Nella prima metà del 2018 ha lanciato la nuova station wagon premium V60 e la nuova berlina premium S60, aprendo nel contempo un nuovo impianto produttivo in South Carolina, il primo negli Stati Uniti.

Volvo Cars ha annunciato di recente nuove ambizioni per gli anni a venire, sottolineando la sua transizione da semplice costruttore di automobili a fornitore di servizi di mobilità.

Volvo Cars punta a posizionarsi come attore di primo piano nell’ambito del mercato automobilistico globale. L’ambizione a più lungo termine è generare metà delle proprie vendite annuali grazie ad auto completamente elettriche, avere un terzo delle vetture vendute costituito da auto a guida autonoma e fornire metà di tutte le auto destinate ai clienti attraverso formule di servizio in abbonamento.

Volvo Cars prevede che queste iniziative trasformeranno la relazione con la base dei propri clienti, con l’obiettivo di costruire un totale di oltre 5 millioni di rapporti diretti con i clienti attorno alla metà della prossima decade, creando nuove fonti di reddito ricorrente. Questa prospettiva consentirà inoltre all’azienda un maggiore potenziale di sviluppo di servizi di connettività e non solo per i clienti.