CCIR

SIFÀ, Società Italiana Flotte Aziendali, che opera nel settore del Noleggio a Lungo Termine di veicoli e flotte, chiude il 2019 con un fatturato di circa 110 milioni di Euro,  e circa 20.000 unità di flotta gestita.

Risultati eccezionali, che confermano la costante crescita della società fondata e diretta da Paolo Ghinolfi, anche grazie al fondamentale supporto dell’azionista di maggioranza BPER Banca.

Il 2019 è stato un anno straordinario per SIFÀ, Società Italiana Flotte Aziendali, che continua a crescere in linea con gli ambiziosi obiettivi del piano quinquennale, nonostante le crescenti difficoltà a cui è sottoposta l’economia del nostro Paese, che non hanno risparmiato il settore dell’automotive e quello del Noleggio a Lungo Termine. L’impegno del team SIFÀ ha permesso di chiudere il precedente esercizio con un fatturato di circa 110 milioni di euro e circa 20.000 unità di flotta gestita.

Nel corso dell’anno l’azienda, a capitale interamente italiano e partecipata al 51% da BPER Banca, ha raggiunto una serie di importanti traguardi, come quello di superare l’obiettivo di ordini 2019 prefissato a 8.000 nuove commesse, chiudendo l’anno con 9.000 nuovi ordini; raggiungere un fatturato di circa 110 milioni di euro, a fronte di una stima di 87 milioni; confermare la progressiva espansione sul territorio che ha portato a 12 il numero delle sedi SIFÀ in Italia a fine 2019 (nel 2018 erano 10).

L’azienda ha saputo crescere in modo strutturato anche a livello di organico, contando ad oggi 110 collaboratori.

Per il 2020 restano confermati gli ambiziosi obiettivi del piano pluriennale, con una stima di nuovi ordini pari a 12.000 unità e un’ipotesi di fatturato di 180 milioni di euro, come tiene a sottolineare Paolo Ghinolfi, AD di SIFÀ: