Stampa

L’Italia può contare su un piccolo tesoretto per la promozione all’estero pari a 450 milioni di euro, di cui 300 milioni già stanziati per il piano di promozione ICE e altri 150 milioni di ulteriori fondi. E’ quanto il Sottosegretario di Stato Manlio Di Stefano ci ha comunicato nel corso

di una video call organizzata dall’Ambasciatore Angeloni, Direttore Paese del MAECI,  a cui abbiamo partecipato insieme ad altre 23 associazioni di categoria del turismo e della cultura, ai Sottosegretari Sereni e Bonaccorsi e al Presidente dell’ENIT Giorgio Palmucci. 

E’ necessario quanto prima strutturare un grande lavoro di promozione integrato su turismo e cultura come fattori trainanti per la ripresa anche del Made in Italy. 

Abbiamo proposto - dichiara Marina Lalli -  la realizzazione di una piattaforma italiana per la promozione del turismo nel mondo cercando di massimizzare gli sforzi per l’aggregazione dell’offerta in modo intelligente e su questo ci siamo impegnati a presentare una proposta più specifica in tempi rapidi.