In occasione della Giornata mondiale dell’acqua, l’Italia è di nuovo protagonista degli eventi globali pre-Expo, la serie di appuntamenti digitali che anticipano di un anno il confronto sui grandi temi dell’Esposizione Universale di Dubai, al via il primo di ottobre.

Come proteggere la nostra risorsa più preziosa oggi, per domani?”: è la domanda cui organizzatori, Paesi e organizzazioni partecipanti cercheranno di rispondere nel corso dell’evento del 23 marzo: “Water”, anticipatore delle tematiche che verranno trattate all’Esposizione Universale dal 20 al 25 marzo 2022, in una delle settimane più ricche di contenuti originali. All’evento digitale il Padiglione Italia partecipa questo martedì, assieme ai suoi partner, con uno speciale online a partire dalle ore 14:30, sulla pagina Facebook del Commissariato https://www.facebook.com/ItalyExpo2020, che offre una anteprima dei punti qualificanti in discussione nelle tante iniziative su questo tema in programma durante il semestre espositivo: dalle implicazioni per il settore energia al diritto di accesso alle risorse idriche, dalla protezione della barriera corallina e della sua straordinaria biodiversità alla sostenibilità dell’industria ittica, passando per la ricerca sui flussi migratori delle specie marine e per la loro tutela.

Nell’evento digitale intervengono Paolo Galli, Delegato per Expo 2020 Dubai, Professore di Ecologia, Università di Milano-Bicocca con un contributo su “Ripristino della barriera corallina: una strategia sostenibile per preservare la biodiversità marina delle Maldive”; Paolo Carrera, Head of Commercial and Tendering – New Energies - Onshore Unit, Saipem con “La scommessa sull'oro blu”; Francesco Greco, Coordinatore Commissione per Expo 2020 Dubai – Consiglio Nazionale Forense (CNF) che spiegherà “Il diritto all'acqua: come promuovere una legislazione ‘ecocentrica’”; Andrea Alessi, Marine Energy Project Manager, ENI che racconterà “Il viaggio innovativo di Eni sull'energia del moto ondoso”; Costantino Manes, Professore associato di Idraulica, Politecnico di Torino che descriverà la “Connettività fluviale e migrazione dei pesci: c’è la scienza alla base della progettazione delle ‘scorciatoie’ dei pesci”; Sergio Vitale, IRBIM-CNR, Istituto per le Risorse Biologiche e le Biotecnologie del Consiglio Nazionale delle Ricerche con un intervento su “La pesca dei crostacei con le reti a strascico in Sicilia” e un contributo di Ferrarelle che spiega in che modo l’azienda “protegge l’acqua, con l’acqua”.

Durante la “Water Week” di Expo 2020 Dubai, il Padiglione Italia sarà in prima linea con le iniziative dei suoi Partner, come quella del Consiglio Nazionale Forense che inviterà i Paesi partecipanti a sottoscrivere un documento che li impegna a condividere le risorse e le tecnologie per garantire a ogni essere umano l’accesso all’acqua. Ed anche con la Partnership tra l’Università di Milano-Bicocca e il governo delle Maldive: il progetto per preservare la biodiversità della barriera corallina, frutto della collaborazione tra centro di ricerca e alta formazione MaRHE e Maldives Marine Research Institute, troverà ampio spazio nelle iniziative del Commissariato.