I valori dello sport e il suo ruolo sociale, culturale ed economico sono al centro della partnership fra il Comitato Olimpico Nazionale Italiano e il Padiglione Italia a Expo 2020 Dubai, che ospiterà i più grandi atleti italiani e promuoverà uno stile di vita imperniato su una sana attività fisica,

promuovendo la discussione internazionale sul diritto allo sport e al gioco. A poco meno di 100 giorni dall’inizio dell’Esposizione Universale, al via il 1° ottobre, e a un mese dall’avvio delle Olimpiadi di Tokyo, il CONI e il Commissariato Generale per la partecipazione italiana ad Expo vedono nella piattaforma globale di Dubai e nel Padiglione del nostro Paese un’opportunità chiave, in un calendario di eventi sul quale la pandemia globale ha avuto un impatto radicale. Lungo la rotta ideale che va da Tokyo fino alle Olimpiadi invernali di Pechino all’inizio del 2022, passeranno infatti dal Padiglione Italia a Expo Dubai le atlete e gli atleti medagliati, veri e propri ambasciatori dello sport italiano quale modello internazionale e strumento di promozione di uno sviluppo sociale e inclusivo: lo stesso che ispira anche l’azione di numerose startup capaci di coniugare innovazione, nutrizione e sicurezza. Nella casa dell’Italia all’Esposizione Universale iniziative congiunte con le principali Federazioni del CONI e con altre istituzioni del Paese offriranno ai giovani di tutto il mondo l’opportunità di conoscere da vicino la bellezza e il significato profondo di connessione tra i popoli che lo sport porta avanti, in linea con il claim della partecipazione italiana a Expo 2020 Dubai: “La Bellezza unisce le Persone”.

Credo che gli atleti olimpici e paralimpici siano gli ambasciatori migliori, in assoluto, per l’Italia a Tokyo e Pechino. Ma lo saranno anche e soprattutto per l’Expo, perché saranno loro a portare come testimonial l’immagine del nostro Paese all’interno del Padiglione Italia”, ha detto il Presidente del CONI Giovanni Malagò.

L’augurio dei nostri 2 portabandiera di ritrovarsi in ottobre a Dubaï con i medagliati di Tokyo apre una lunga ribalta internazionale dello sport italiano”, ha dichiarato il Commissario dell’Italia alla prossima Esposizione Universale, Paolo Glisenti. “Nei 6 mesi di Expo 2020 Dubai le nostre Federazioni organizzeranno attività sportive alle quali tutti potranno partecipare. A novembre dedicheremo alla Giornata Nazionale dello Sport l’intero nostro Padiglione. A Febbraio del 2022 ospiteremo i nostri migliori atleti provenienti dalle Olimpiadi Invernali di Pechino. E così potremo lanciare ‘Milano-Cortina 2026’ nel più grande evento globale dopo la pandemia: una formidabile carrellata di agonismo e di buone pratiche sportive che testimonieranno delle nostre migliori competenze multidisciplinari e dei valori sociali che ispirano olimpici, paralimpici, appassionati e gente comune nel segno della bellezza, della salute e del benessere”.