Stampa
Categoria: Expo 2020 Dubai

Diplomazia culturale, inclusività e creatività sono stati i temi al centro della presentazione di “Biennale Venezia 365 giorni l’anno”, svoltasi al Padiglione Italia di Expo 2020 Dubai, alla presenza della Ministra della Cultura degli Emirati Arabi Uniti Noura Al Kaabi.

 Niente riesce a connettere i cuori e le menti meglio dei prodotti della creatività umana e dell’innovazione,” ha detto Al Kaabi. “Gli Emirati Arabi Uniti credono nel potere di nutrire e supportare la crescita di creatività e diversità con politiche che facilitino l’ingegno”. Al Kaabi ha citato la partecipazione più che decennale degli Emirati alla Biennale di Venezia come esempio di dialogo interculturale e come occasione di incontro e scambio fra le Nazioni. Nel contesto delle attività del Padiglione Italia, La Biennale di Venezia ha annunciato la nascita del Centro Internazionale della Ricerca sulle Arti Contemporanee e l’avvio del primo progetto di ricerca in collaborazione con Università e Istituti di alta formazione. Il progetto - presentato dal Presidente della Biennale Roberto Cicutto - nasce dal potenziamento delle attività dell’Archivio Storico delle Arti Contemporanee (ASAC), già impegnato nella ristrutturazione di una nuova sede all’interno dell’Arsenale, contigua agli spazi delle Mostre e alla Biblioteca dei Giardini. Il bacino di partenza consiste nei materiali custoditi nell’Archivio Storico, in continua espansione non solo per le attività proprie della Biennale ma anche per l’acquisizione di fondi terzi. Tiziana Lippiello, Rettrice dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, è intervenuta alla presentazione parlando dell'importanza del coinvolgimento degli istituti di alta formazione nel dialogo con l’Archivio Storico della Biennale di Venezia. L’appuntamento del 5 ottobre organizzato dal Padiglione Italia si inserisce nel focus dedicato alla città di Venezia, laboratorio e modello internazionale per il contrasto agli effetti dei cambiamenti climatici e la promozione di processi innovativi di transizione ambientale, innovazione culturale e sociale. La Biennale di Venezia, impegnata in modo attivo e concreto nella sfida epocale del contrasto al cambiamento climatico e della transizione ecologica, ha già avviato un “Carbon Management Plan”, ovvero un percorso di “neutralità carbonica” delle proprie attività, raggiunto quest’anno per la 78. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica e impostato per tutte le prossime edizioni delle sue attività e iniziative.