La ripresa degli investimenti pubblicitari si conferma essere molto robusta tanto che «la chiusura d’anno, prevista da GroupM a +13,8% a livello di mercato, potrebbe essere perfino migliore, attestandosi intorno a +15%, per continuare poi anche nel corso del 2022

con una previsione di +5%». E’ quanto ha detto Massimo Beduschi, Italy Chairman di Wpp, a margine del Forum WPP | The European House Ambrosetti dove gli esperti di comunicazione si sono confrontati sul ruolo della comunicazione come leva per generare valore e cambiamento culturale a vantaggio del sistema-Italia. In un momento decisivo e ricco di trasformazioni come quello che stiamo vivendo, è fondamentale garantire al Paese un posizionamento internazionale più efficace. Per farlo risulta imprescindibile il ruolo della comunicazione, chiamata a generare valore e cambiamento culturale.

Il tema è stato affrontato sotto varie angolazioni nell'ambito della decima edizione del Forum WPP | The European House Ambrosetti, dal titolo “La responsabilità sociale della comunicazione per il rilancio del Paese”, che si è svolto venerdì 19 novembre nelle Officine Del Volo a Milano, i cui ampi spazi hanno consentito di gestire la presenza fisica di oltre 250 ospiti nel rispetto delle precauzioni sanitarie. Nel mezzo di una battaglia con il virus che non è ancora vinta, nel pieno della manovra finanziaria, all'alba dei primi effetti del PNRR, oggi siamo qui per parlare di come la comunicazione avrà un ruolo fondamentale per favorire lo sviluppo sociale ed economico del Paese” - ha detto in apertura Massimo Beduschi, Italy Chairman di WPP, presentando l'evento e gli ospiti. Di spicco la presenza del Ministro del Turismo, Massimo Garavaglia che si è focalizzato sull'opportunità di comunicare l'Italia attraverso le eccellenze del turismo, stimolando anche una maggiore collaborazione tra gli attori coinvolti nella promozione turistica del Paese superando le consuete divergenze della politica e degli interessi di parte a favore dell’interesse generale dell’Italia.

The European House – Ambrosetti ha, inoltre, presentato il pamphlet “Why Italy is definitely alive & kicking” che, anche quest’anno, celebra dieci aziende operanti in Italia che si sono distinte per buoni risultati economici, capacità d’innovazione, comunicazione attenta e partecipata, attenzione ai territori in cui operano, investimenti e progetti ad alto impatto sociale: BASF, Davines Group, E-novia, Insilicotrials, Parmacotto, Prysmian Group, Gruppo Sanpellegrino, Save The Duck, Technoprobe, Gruppo Teddy. Le diverse sessioni e tavole rotonde si sono focalizzate su temi chiave come le energie positive di un’Italia che riparte dai giovani, in cui sono intervenuti imprenditrici e imprenditori di successo (nella foto sotto) per evidenziare come l’innata spinta innovativa e le energie dei più giovani e delle start-up costituiscano un motore cruciale per il rilancio del Paese.  Si è parlato anche di responsabilità sociale delle imprese come fattore di coesione per il Sistema-Paese, che ha visto la partecipazione dei vertici di alcune delle realtà aziendali più importanti del panorama mondiale; la creatività come asset strategico per la comunicazione sociale d’impresa e il ruolo educativo della comunicazione e dei social network, sessioni che hanno avuto come protagonisti alcuni dei principali esperti del mondo della comunicazione, del mondo accademico e dell’informazione.