Il progetto Real Estate Faravelli 5, che nel marzo 2020 aveva raccolto oltre 1,2 milioni di euro, con una campagna di crowdfunding sulla piattaforma fintech BacktoWork, partecipata da Intesa Sanpaolo, annuncia la chiusura dell’operazione di investimento e l’exit per gli investitori

intervenuti nella campagna. L’operazione ha rappresentato un’ottima opportunità di investimento per i 54 sottoscrittori (con un ticket di ingresso da 5.000 euro, e un investimento medio di circa 22.000 euro) poiché ha permesso di abbattere le barriere d’accesso al settore immobiliare, e di ottenere un ritorno del 10% lordo in soli 10 mesi, che sarà riconosciuto agli investitori insieme al capitale. L’immobile oggetto dell’operazione si trova a Milano in via Faravelli 5, in zona Fiera Milanocity, nelle vicinanze del nuovo quartiere Citylife e della Linea 5 della metropolitana – un’area che ha registrato negli ultimi anni un interessante sviluppo trainato dal vasto progetto di riqualificazione della vecchia Fiera. Si tratta di un ufficio di 300 mq da cui sono stati ricavati 6 bilocali ad uso abitativo, ristrutturati a nuovo con finiture di pregio, all’interno di un palazzo medio signorile con servizio di portineria e cortile interno. La campagna di Faravelli 5 si inserisce in un contesto molto giovane ma in forte crescita in Europa e anche in Italia: quello del real estate equity crowdfunding. Nel nostro Paese ammontano a oltre 35 milioni ad oggi i capitali raccolti attraverso questo strumento nel 2021 (vs 29 milioni nel 2020 e 16,5 nel 2019), distribuiti su 19 progetti, per un ticket medio d’investimento equity più alto rispetto a quello in aziende e start-up (dati CrowdfundingBuzz). Sono 7 le principali piattaforme attive in questo segmento in Italia, e oltre 6mila gli investitori che hanno puntato su questo strumento, con una redditività media tra l’8,4% e il 14%. Il progetto di Faravelli 5, inoltre, si inserisce nel panorama del mercato immobiliare della città di Milano, in continua e marcata crescita sin dal 2017 (con un rallentamento nel 2020 a causa della pandemia) sia per quanto riguarda il numero delle compravendite, sia i prezzi (+20% in media e significativamente nelle zone centrali e semi-centrali negli anni 2017-2019). Secondo il rapporto 2021 sul mercato immobiliare della Città Metropolitana di Milano, a seguito di un 2020 segnato da un calo delle compravendite immobiliari residenziali del 15,4%, entro fine anno le transazioni residenziali saliranno a 26.500 (+20,4%) a Milano e 35.400 (+3,8 per cento) nella Città metropolitana, mentre nel 2022 toccheranno 27.700 nel capoluogo e 36.600 nei restanti comuni. “Siamo molto soddisfatti del risultato della campagna di Faravelli 5, un progetto guidato da professionisti con grande esperienza nel real estate, che ha portato il risultato promesso agli investitori in tempi più rapidi del previsto – commenta Alberto Bassi, Ceo di BacktoWork. – Siamo convinti che il crowdinvesting immobiliare vedrà una crescita forte nei prossimi anni, ancora più che nel 2021, anno in cui, al netto delle due piattaforme verticali Walliance e Concrete, BacktoWork è stata la piattaforma generalista che ha portato i risultati più interessanti.”