Dotarsi di mascherine Ffp2 e sottoporsi regolarmente ai tamponi anti-Covid rappresenta un salasso per le famiglie, e può arrivare a costare fino a 4.824 euro all’anno per un nucleo di 4 persone. Lo denuncia oggi Consumerismo No Profit, associazione dei consumatori

che ha redatto uno studio per capire come l’attuale emergenza sanitaria incida sulle tasche degli italiani. Oggi le classiche mascherine chirurgiche possono essere reperite sul mercato (web e negozi fisici) a un prezzo medio di 0,20 euro al pezzo – spiega Consumerismo – Tuttavia tale tipologia di mascherina non è più sufficiente, poiché per accedere a bus, metro e treni ed entrare nei locali pubblici è necessario dotarsi di Ffp2, che nelle farmacie sono vendute al prezzo calmierato di 0,75 euro, ma nei negozi e sul web hanno prezzi molto variabili, da 0,40 a 2,50 euro al pezzo. Per i tamponi i prezzi variano a seconda del tipo di test cui ci si sottopone: il sierologico ha un costo compreso tra i 20 e i 30 euro, quello rapido viene eseguito dalle farmacie al costo fisso di 15 euro, mentre per il molecolare i listini oscillano tra i 60 e i 140 euro, a seconda delle tempistiche per ottenere l’esito e della regione di residenza (al nord costano sensibilmente di più rispetto al sud Italia). Considerando i prezzi medi delle mascherine, ogni singolo cittadino spende circa 300 euro all’anno tra chirurgiche e Ffp2, cui si aggiungono 75 euro di spesa mensile per i tamponi (ipotizzando un tampone rapido e uno molecolare al mese), per una spesa totale di 1.200 euro annui. Una famiglia di 3 persone, per le stesse voci di spesa e ipotizzando gli stessi consumi (2 mascherine al giorno a persona: una chirurgica e una Ffp2. 2 tamponi al mese a persona: uno rapido e uno molecolare) deve affrontare un costo pari a 3.618 euro annui. pesa che può arrivare a 4.824 euro annui in caso di nucleo familiare composto da 4 persone, che spende per tutta la famiglia 1.224 euro annui per le mascherine, 3.600 euro per i tamponi. "Vista la spesa esorbitante per le famiglie, e considerato che è diventato obbligatorio indossare mascherine o fare tamponi secondo le normative vigenti, chiediamo che il costo di mascherine e tamponi sia totalmente a carico del servizio sanitario per le famiglie con Isee fino a 20mila; oltre tale soglia, chiediamo la deducibilità di tali spese almeno al 50%" - conclude il presidente Luigi Gabriele.