CCIR

Sabato 22 ottobre presso il MAXXI, la Festa del Cinema di Roma ha presentato Cinque mondi, il nuovo film documentario di Giancarlo Soldi prodotto da Bizef, in associazione con Istituto Luce Cinecittà e in collaborazione con Rai Cinema.

 Cinque mondi propone un magnifico gioco: riunire i cinque registi italiani premio Oscar – Roberto Benigni, Bernardo Bertolucci, Gabriele Salvatores, Paolo Sorrentino e Giuseppe Tornatore – e farli parlare non di se stessi, ma del cinema che hanno amato prima di esordire, i film che hanno regalato loro il desiderio e la vocazione del cinema. Il risultato, come nei giochi più riusciti, è sorprendente e inventivo, con i cinque autori che regalano ricordi inattesi, divertite e commosse confessioni, ammirazioni palesi o segrete (ricorrono i nomi protettivi di Fellini e Rossellini, insieme a quelli di titoli perduti nel tempo ma anche di Totò e di altri geni magari meno celebrati), e la magia delle loro ‘prime volte’ davanti allo schermo bianco.

 

Ne nasce un’originale storia del cinema italiano in prima persona, narrata da chi lo conosce bene. Un film per far venire fame di cinema ai più giovani, e un complice entusiasmo per gli appassionati che si sono nutriti negli anni dei film della propria vita.

 

Cinque mondi è così una mappa per avventurarsi nel cinema italiano da piccolo, e capire come e perché è diventato in tutto il mondo così grande.

 

Parte del documentario sarà utilizzata in una videoinstallazione all’interno del Nuovo Museo Italiano del Cinema e dell’Audiovisivo, voluto dal Ministro Dario Franceschini e affidato a Istituto Luce-Cinecittà con la collaborazione dei più grandi Archivi, Scuole di cinema e realtà formative e produttive italiane, che aprirà i battenti nella primavera del 2017 all’interno di Cinecittà.