Nei primi 3 mesi del 2022, il mercato dei veicoli commerciali leggeri, nell’Ue-Efta-Uk, supera le 416.000 unità e registra un calo del 21,7% rispetto al primo trimestre 2021 (-1,3% rispetto al Q1 2020). Il mercato degli autocarri con ptt superiore a 3.500 kg conta oltre 87.500 mila

nuove registrazioni e perdita del 3,3% (+9,8% nel confronto con Q1 2020). Analizzando il mercato degli autocarri per segmento, gli autocarri pesanti (ptt ≥16.000 kg), con oltre 74 mila unità vendute registra una variazione del -0,3% (+16,2 nel confronto con lo stesso periodo del 2020) Gli autobus con ptt superiore a 3.500 kg raggiungono quasi 8.000 unità e registrano una variazione del 7,7% (-16,9% rispetto al Q1 2020) Veicoli commerciali leggeri ≤3.500 kg Il mercato dei veicoli commerciali leggeri (Vcl), che include van, furgoni, pick-up e autocarri piccoli, ha registrato nell’area Ue-Efta-Uk oltre 417.000 nuove immatricolazioni nei primi 3 mesi del 2022, in diminuzione del 21,7% sui volumi del primo trimestre 2021. In tutti i major markets europei si registrano cali a doppia cifra, -24,2% in Francia, -23,6% in Uk, -13.6% in Germania e -35,7% in Spagna. Solo l’Italia ha un calo più contenuto rispetto al 2021 con una variazione del -5,3%. Le nazioni con maggior numeri di immatricolazioni sono la Francia con 90.535 nuove targhe (21,7% del mercato), a seguire l’Uk con 74.344 immatricolazioni (quota 17,8%), Germania 57.873 (quota 13,9%). Al 4° posto l’Italia 43.376 nuove targhe ed il 10,4% della quota del mercato ed al 5° posto la Spagna con 26.052 immatricolazioni (quota 6,2%). I primi 5 Top Market detengono il 70% del mercato (292.171 immatricolazioni), lasciando il restante 30% (124.923 immatricolazioni) ai restanti 25 paesi dell’area Ue-Efta-Uk. Autocarri >3.500 kg Nel mercato Ue-Efta-Uk le vendite di autocarri medi-pesanti nel primo trimestre 2022 totalizzano 87.543 immatricolazioni, con un calo del 3,3%% rispetto al primo trimestre 2021. In quasi tutti i major markets si registrano cali del 5,2% in Germania, dell’1% in Francia, dell’8,4% in Uk, del 3,4% in Polonia e del 3,6% in Italia. Sono in crescita solo la Spagna (2,9%), Paesi Bassi (5,2%) e Repubblica Ceca (2,9%). Il maggior numero di immatricolazioni si registra in Germania con 19.934 nuove targhe (quota 22,8%) e a seguire Francia con 11.864 (quota 13,6%), Uk con 10.541 (quota 12%), Polonia con 7.217 (quota 8,2%) ed in 5° posizione l’Italia con 6.621 nuove targhe ed una quota di mercato del 7,6%. I primi 5 Top Market detengono il 64% del mercato (56.177 immatricolazioni) mentre i restanti 25 paesi dell’area Ue-Efta-Uk il 36% (31.366 immatricolazioni) Autocarri ≥16.000 kg Nell’area Ue-Efta-Uk le vendite di autocarri ≥16.000 kg nel primo trimestre 2022 registrano 74.382 immatricolazioni, con una crescita invariata (-0,3%) rispetto al primo trimestre 2021. La Germania, al 1° posto come numero di immatricolazioni (14.851) registra una variazione negativa dell’1% e detiene il 20% della quota di mercato. A seguire la Francia (10.533 immatricolazioni) con una crescita del 3,1% ed una quota di mercato del 14,2%. L’Uk (8.385 immatricolazioni) perde il 2,2% e raggiunge l’11,3% di quota. Al 4° posto la Polonia (6.679 immatricolazioni) registra un calo delle vendite del 3,6% ed una quota di mercato del 7,6% ed in 5° posizione l’Italia che con le sue 5.638 immatricolazione registra una perdita del 3,2% ed ottiene una quota del 7,6%. I primi 5 Top Market detengono il 62% del mercato (46.086 immatricolazioni) mentre i restanti 25 paesi dell’area Ue-Efta-Uk il 38% (28.296 immatricolazioni) Autobus >3.500 kg Nel primo trimestre 2022 le vendite di autobus nuovi con ppt >3500 kg registrano un aumento dello 7,7%, con 7.928 veicoli immatricolati; nello stesso periodo del 2020 erano 7.363 unità. La Francia con le sue 1.404 immatricolazioni registra un calo del 2,8% (quota 17,7%). A seguire l’UK con una crescita del 77,3% raggiunge le 1.227 unità (quota 15,5%), poi la Germania in calo del 10,1% e 1.145 immatricolazioni (quota 14,4%), l’Italia al 4° posto della classifica perde il 10,2% e segna 767 unità (quota 9,7%) e a seguire la Spagna con una crescita del 52,8% vede 553 unità immatricolate (quota 7%). I primi 5 Markets con 5.096 unità detengono il 64,3% del mercato mentre le restanti 2.832 immatricolazioni (quota 35,7%) sono state registrate nei restanti 25 paesi dell’area Ue-Efta-Uk