Auspichiamo che il nuovo governo italiano continui a seguire una politica cinese positiva e pragmatica, continuando a lavorare con la Cina e a sostenere lo spirito di rispetto, fiducia reciproca, e di mutuo vantaggio, con un approfondimento della cooperazione bilaterale e dello

scambio interpersonale in vari settori per il beneficio dei due Paesi e dei due popoli”. Così in conferenza stampa il portavoce del Ministero degli Esteri, Wang Wenbin, all’indomani delle elezioni generali in Italia. La leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, probabile prossimo Primo Ministro, aveva giorni fa criticato la Cina per alcune sue politiche, per esempio sulla questione di Taiwan. “è un affare puramente interno della Cina, che non tollera interferenze straniere”, ha ribadito Wang. “Il principio di Una Sola Cina è un consenso internazionale consolidato e una norma fondamentale delle relazioni internazionali. È il presupposto politico e il fondamento sulla base del quale l’Italia e altri Paesi stabiliscono e sviluppano relazioni diplomatiche con la Cina”. “Cina e Italia - ha aggiunto Wang - sono partner strategici globali. Uno sviluppo sano e costante delle relazioni bilaterali incontra l’interesse comune di entrambe le parti”.