IC&Partners Russia, fondata nel 2003 per fornire consulenza e supportare in loco le aziende che investono in questo Paese, un partner di riferimento per chi opera in Russia perché ha con­solidato un’ampia conoscenza del mercato locale, delle prob­lematiche

e delle peculiarità che lo caratterizzano oltre che aver sviluppato una rete di relazioni per mettere il cliente al centro di partnership e collaborazioni di alto livello. Mauro Galluzzo, gia’ com­mercialista e revisore dei conti, nel 2009 si e’ trasferito a Mosca per gestire l’ufficio di IC&Part­ners. In dieci anni Galluzzo ha sviluppato l’ufficio portandolo a diventare lo studio italiano piu’ grande a Mosca, con un team di 80 persone.

Inoltre, in qualità di ammin­istratore indipendente, egli siede nel consiglio di Amminis­trazione di varie società e joint venture locali.

Tribuna Economica lo ha in­tervistato per capire meglio in che cosa consiste la collabo­razione con gli imprenditori.

IC&Partners affianca le aziende in tutto il percorso di internazionalizzazione, dal progetto all'investimento fi­nale. Quali sono gli steps?

Si inizia con lo studio di mercato, fondamentale per poter cogliere al meglio le opportunità che il mercato stesso offre. Una volta analizzato, si passa alla La logistica viene il più delle volte gestita in outsourcing agli inizi, per poi strutturarsi in se­guito all’aumentare dei volumi. Molto importante è la parte di compliance legale e un corretto controllo di gestione, al fine di poter monitorare mensilmente le attività in Russia.

La figura del local tempo­rary export manager è un con­sulente esterno oppure entrate nel capitale delle imprese?

Il TEM e’ una figura esterna, un consulente a contratto che supporta le aziende per lo start up e una volta avviato il merca­to lascia il posto alle risorse del­l’azienda.

Che cosa deve fare un'azienda per poter usufruire dei vostri servizi?

Si rivolge a noi e potrà usufruire della nostra struttura che offre servizi di consulenza legale e servizio di contabilità in outsourcing. Abbiamo un team di 80 persone che assistono più di 100 clienti italiani che hanno investito in Russia, tramite una presenza commerciale, un Uffi­cio di rappresentanza o una pro­duzione in loco.

Quando l'imprenditore ha completato l'investimento, continua l'assistenza da parte di IC&Partners?

Sì, in quanto le normative cambiano molto velocemente e le aziende devono essere sempre al passo con gli aggiornamenti. Rimaniamo sempre all’interno dell’azienda, come consulenti legali e come aiuto nella ges­tione di temi sensibili, quali Transfer Pricing, fiscalità inter­nazionale, sicurezza sul lavoro e controllo di gestione.

 

Intervista pubblicata nell'edizione cartacea di Tribuna Economica del 23 marzo 2020

© Riproduzione riservata