La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Si è tenuta a Canton la "Guangzhou Annual Investment Conference", che quest'anno aveva come tema "New Normal, New Opportunities". All’evento, a cura delle massime autorità politiche locali (Comitato municipale del PCC e Governo municipale), hanno partecipato oltre 800 persone tra autorità municipali,

rappresentanti degli oltre 50 consolati presenti in città, dirigenti di imprese statali e private, dirigenti di imprese straniere, esponenti delle istituzioni finanziarie e rappresentanti del mondo accademico.

La Conferenza si propone di porre a confronto al più alto livello i vari soggetti coinvolti nei progetti di investimento e di presentare i principali progetti già avviati (21 per l'anno in corso). 236 delle 500 aziende più grandi del mondo annoverano investimenti in città e, per 4 volte negli ultimi 5 anni, Guangzhou ha guidato la lista della "China List of Best Cities for Business" stilata da Forbes. Tra i settori industriali più sviluppati vi sono l'industria automobilistica, la chimica farmaceutica e i nuovi materiali, ma la città conta anche su un dinamico settore dei servizi, il cui valore aggiunto contribuisce a due terzi del Pil. Le nuove opportunità di sviluppo per Guangzhou derivano dalla notevole disponibilità di strutture accademiche e centri di ricerca, dalla nuova area pilota di sviluppo (il distretto di Nansha), nonché dal ruolo che la città può svolgere nell'ambito della “Maritime Silk Road”, grazie alla sua strategica posizione geografica.

 

I 21 principali progetti di investimento già avviati riguardano i trasporti (la linea 11 della metropolitana, la seconda autostrada per l'aeroporto, l'ampliamento della stazione ferroviaria centrale), il trattamento delle acque (costruzione di impianti localizzati in vari distretti della città) e i servizi ai cittadini (la costruzione di un centro culturale e di una casa di cura per anziani).