La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che, nell’ambito della domanda unica, dello sviluppo rurale e del vino, l’organismo pagatore Agea ha predisposto i decreti di pagamento di 118 milioni di euro in favore di oltre 51mila beneficiari. In particolare, i pagamenti sono così suddivisi:

21 milioni di euro per la domanda unica (ulteriori cicli di saldo campagna 2015) in favore di 10.116 beneficiari; 6 milioni di euro per la ristrutturazione dei vigneti in favore di 193 beneficiari; 18 milioni di euro per lo sviluppo rurale, a seguito di istruttoria regionale, in favore di 928 beneficiari; 41 milioni di euro per lo sviluppo rurale (misure a superficie e animali), a seguito di istruttoria automatizzata di 20.344 beneficiari; 30 milioni di euro per il Programma Nazionale di Sviluppo Rurale -  Assicurazione del raccolto, degli animali e delle piante, in favore di 20.004 beneficiari.
Nel dettaglio, per quanto riguarda i pagamenti dello sviluppo rurale, misure a superficie, concessi a seguito di istruttoria automatizzata, le regioni interessate sono: Basilicata (11 milioni per 1.413 beneficiari); Campania (958mila euro per 382 beneficiari); Friuli (868mila euro per 250 beneficiari); Liguria (2 milioni di euro per 1.726 beneficiari); Puglia (9 milioni di euro per 1.112 beneficiari); Sardegna (10 milioni di euro per 14.288 beneficiari); Sicilia (41mila euro per 7 beneficiari); Umbria (3 milioni di euro per 453 beneficiari); Valle d’Aosta (1 milione di euro per 713 beneficiari).