La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Importazioni catalane dall’Italia sono il 7,6% dell’import del Paese. #IgorGarzesi Pres. #CCIE #Barcellonahttps://t.co/iubo7gbOxa
Relazioni #UE -#India : necessaria più cooperazione, dal commercio fino al clima https://t.co/kM6L9Ean1F
@ItalyinGreece l’Ambasciatore #Falcinelli incontra il Vice Ministro Protezione Civile #NikosChardalias: collaboraz… https://t.co/apqutq26VU
Il 47% delle aziende a partecipazione estera in #Romania è #italiana. Intervista a #RobertoMusneci, Presidente… https://t.co/ztE5aggK4b

La free zone di Salalah, importantissimo hub industriale e petrolchimico che si affaccia sull’Oceano Indiano, a sud dell’Oman, ha ricevuto investimenti per un valore di 5,6 miliardi di dollari. Di questi, più di 1,3 miliardi di $ sono stati investiti solo dalla Oman Oil Company (OOC), il braccio di investimento energetico e

strategico del governo omanita. Gli investimenti contribuiranno all’esecuzione di due vitali progetti downstream e midstream tra cui un impianto di gas di petrolio liquefatto (GPL) stimato a 830milioni di $ e un impianto di ammoniaca stimato a 450milioni di $.

L’AD della Salalah Free Zone, Awadh bin Salim Al Shanfari, ha dichiarato che la zona franca sta attirando sempre maggiore attenzione per l’implementazione di progetti strategici, non solo riguardanti gli idrocarburi. Gli investimenti effettivi provengono da tutto il mondo e sono di natura diversa, dalla produzione di alimentari, ai tessili, alle imprese di Oil & Gas.   (ICE DUBAI)