La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

#ValleAosta. Nel terzo trimestre il quadro economico ha segnato un graduale miglioramento. @bancaditalia https://t.co/T95wSG0YT9
@bancaitalia . In #Basilicata ricadute economiche dispiegate su tutti i principali settori produttivi https://t.co/8v43q2sIfC
160 aziende bresciane e 22 focus riguardanti i mercati di Paesi provenienti da tutti i contenenti. Questa la… https://t.co/BDlJzkv7Cg

Nel corso del 2016, il Marocco ha effettuato IDE in Costa d'Avorio per un importo stimato a 213 milioni di dollari, collocandosi cosi' al primo posto nella graduatoria degli investitori esteri. Tale dato emerge da uno studio recentemente pubblicato dal Consiglio "Economia e Finanza" (ECOFIN) dell'Unione Europea.

Il Marocco ottiene tale primato per il secondo anno consecutivo, seguito da: Francia (112 milioni di dollari), Stati Uniti (22 milioni), Regno Unito (17) e Cina(16). La Costa d'Avorio è la prima destinazione degli investimenti diretti esteri marocchini, che si sono concentrati soprattutto in settori ad alto valore aggiunto come: l'edilizia, l'industria manifatturiera, la chimica, la filiera agroalimentare, la formazione, le infrastrutture. Tale afflusso di IDE ha favorito anche l'interscambio commerciale tra i due Paesi, che si è quadruplicato dal 2013, registrando attualmente un saldo positivo per il Marocco pari a circa 89 milioni di euro. La collaborazione industriale e commerciale tra i due Stati è stata favorita dalla firma, nel gennaio 2015, del Memorandum d'Intesa per il rafforzamento del partenariato economico avanzato e la creazione del Gruppo d'impulso economico Marocco - Costa d'Avorio(GIEMCI). (ICE CASABLANCA)