La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Lo sport piace agli italiani. Sono 20.199 le imprese che si occupano di sport in Italia: 18.560 le attività sportive e 1.639 le imprese che si occupano di corsi sportivi e ricreativi. E l’intero settore cresce del 25,7% in cinque anni. La regione più “in forma” è la Lombardia che con 3.826 imprese pesa per

il 19% sul totale italiano. Seguono Lazio (2.223 imprese, 11%), Emilia Romagna (1.944 imprese, 9,6%), Veneto (1.635 imprese, 8,1%) e Toscana (1.632 imprese, 8,1%). Prima tra le regioni del sud la Campania (7%). A crescere di più in cinque anni sono il Lazio (+37%), il Veneto (+35%) e le Marche (+34%). Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati del registro imprese al primo trimestre 2017 confrontati con il primo trimestre 2012. I dati si riferiscono alle sedi di impresa attive.

Tra le province italiane, prima è Roma con 1.760 imprese attive nei settori dello sport, l’8,7% del totale nazionale. Seconda Milano con 1.203 imprese, 6% del totale Italia. Poi Torino (842 imprese, 4,2%), Napoli (745, 3,7%) e Brescia (730, 3,6%).

La Lombardia è tra le regioni più in crescita:  +28% in 5 anni, sono 3.516 le attività sportive (+24%) e 310 i corsi sportivi e ricreativi (+101%). Milano da sola pesa il 31,4% lombardo, +30,6% in cinque anni. Seguono Brescia con 730 imprese (+25%) e Bergamo con 460 imprese (+20%). Superano le 250 imprese anche Varese (+17,6%) e Monza e Brianza (+30,5%).

 

Le province dove si pratica più sport.  Sono al nord i cittadini che dichiarano di praticare sport in modo continuativo. Su un campione Istat del 2016 di 100 persone con le stesse caratteristiche, è il Trentino ad avere cittadini più in forma: il 39% pratica sport costantemente a Bolzano e il 33% a Trento. Allenato anche il resto dell’arco alpino: in Lombardia gli “sportivi” sono il 31%, 29% e 27% in Valle d’Aosta e Piemonte. Più sedentario, invece, il sud: su 100 abitanti oltre la metà dichiara di non praticare sport e attività fisica.