La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Analisi comparativa delle aliquote dei dazi doganali all'importazione. Secondo il D.P.R. №PP-3303 del 29.09.2017 sono stati approvati nuove aliquote di dazi doganali all'importazione in sostituzione alle tariffe precedenti (D.P.R. -1169 dal 5.08.2009, D.P.R. -1560 dal 28.06.2011) e con l’entrata in vigore il

primo ottobre 2017  - solo in lingua uzbeka e russa). Di conseguenza, tutti i dazi doganali all'importazione sono contenuti in un unico documento per facilitarne l'applicazione pratica.

Confrontando la versione vecchia e nuova del documento, possiamo trarre le seguenti conclusioni. In primo luogo, molte aliquote sono state "azzerate": 579 categorie di merci, circa il 33% del numero totale di nuove aliquote. Altre aliquote sono state ridotte 575 categorie di merci, circa 32,8%.  In secondo luogo, nessun cambiamento delle aliquote per 278 posizioni, circa il 15,8%. Alcune aliquote sono state specificate (44 categorie di merci, 2.5%).

In terzo luogo, sono state introdotte le nuove aliquote (273 categorie di merci, circa il 15,5%). Sulle categorie di merci specificate si applicano i dazi doganali. Per alcune categorie di merci è prevista un’aliquota a zero.  In quarto luogo, tutte le sette posizioni (0,4% del totale) hanno subito un leggero aumento. Tutte le altre aliquote dei vecchi documenti sono state annullate e non sono più stati applicabili.