La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

L’Ambasciatrice dell’Unione Europea in Ecuador, Marianne Van Steen, ha reso noto che nel periodo gennaio-settembre 2017, l’interscambio commerciale tra l’UE e l’Ecuador ha raggiunto un valore di 3,5 miliardi di USD, evidenziando un incremento del 25% rispetto allo stesso periodo del 2016. Nello specifico,

rispetto all’anno scorso, nel periodo in esame, le esportazioni di prodotti ecuadoriani verso i 28 paesi dell’UE sono cresciute del 12%, a fronte di importazioni europee in aumento del 40%.

Tali risultati, derivano principalmente dall’accordo commerciale “Acuerdo Comercial Multipartes” tra l’Ecuador e l’Unione Europea, entrato in vigore a principio del 2017, che ha favorito in particolar modo le esportazioni ecuadoriane di frutta -tra cui emergono banane, avocados, ananas, fragole e altri frutti rossi-, di tonno in scatola, di gamberoni, di fiori e cacao.

 

Relativamente alle esportazione europee, la rappresentante dell’UE ha rilevato che i prodotti che hanno riscontrato maggior consenso tra gli operatori ecuadoriani, sono stati i carburanti e gli oli minerali, che hanno rappresentato il 22% delle forniture complessive, i macchinari, le apparecchiature meccaniche, le bevande alcoliche e le vetture.  (ICE CARACAS)