La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Gli investimenti esteri a fine ottobre hanno raggiunto 855.5mln di euro contro i 912mln dell’anno precedente. A differenza del 2016 gli investimenti in capitale sono prevalentemente sotto forma di strumenti di debito che sono indicativi di interessi di investimento a breve termine. Cio' mostrano le previsioni preliminari della

Banca nazionale bulgara (BNB), che tuttavia saranno riviste nei prossimi due anni. Gli investimenti diretti per il decimo mese ammontano a 96.6mln di euro e un mese prima erano in negativo di 23.9mln di euro. Il principale investitore estero sono i Paesi Bassi - 728.6mln di euro nel periodo gennaio-ottobre 2017. Il primo posto dei Paesi Bassi non è una sorpresa, in quanto lo stato ha un regime fiscale più liberale e spesso dietro agli investimenti ci sono capitali bulgari o di altri paesi europei.   (ICE SOFIA)