La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

La perdita di terreno del dollaro rispetto alla moneta locale è stato uno dei fattori che hanno maggiormente inciso, nel 2017, sulla minor variazione del tasso di inflazione. L'IPC ha chiuso l'anno con una variazione del 2,3%, il tasso ´piú basso dal 2012 (1,5%). I prodotti di maggior peso nella canasta dell'IPC che hanno

registrato un calo dei prezzi sono stati : auto nuove ( -4,7%) e servizi di telecomunicazioni (-0,7%). Gli esperti, in previsione di un deprezzamento del peso rispetto al dollaro, stimano un aumento del tasso inflazionistico nel secondo semestre dell'anno che dovrebbe chiudere il 2018 attorno al 2,7% / 3%.  (ICE SANTIAGO)