La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Nel 2017, consistenti esportazioni hanno determinato per il Giappone un attivo negli scambi di merci pari a ¥ 2.990 miliardi di yen. Secondo i dati preliminari resi noti dal Ministero delle Finanze, le esportazioni sono aumentate dell'11,8% attestandosi su 78.290 miliardi di yen, mentre le importazioni sono aumentate

del 14% a 75.300 miliardi di yen. Il surplus, tuttavia, è stato inferiore del 25,1% rispetto al 2016. Nell'ultimo anno, il Giappone ha visto aumentare le sue esportazioni grazie a una domanda estera più sostenuta di vari prodotti, quali attrezzature per la produzione di semiconduttori e automobili. Con gli Stati Uniti il Giappone ha marcato un surplus commerciale di 7.040 miliardi di yen, registrando il primo aumento in due anni (su base annuale). Il deficit commerciale con l'Unione Europea, invece, si è attestato su 96,8 miliardi di yen, in calo del 43,0%. (ICE TOKYO)