La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Si è tenuto presso l’ambasciata slovacca a Roma l’evento “Digital Dynamic Visegrad”, incentrato sui temi della trasformazione digitale e delle opportunità commerciali nel campo dell’e-government. Hanno partecipato all’evento i rappresentanti istituzionali dei paesi di Slovacchia, Repubblica Ceca, Polonia e Ungheria.

Ha inaugurato e aperto i lavori il Vicepremier per gli Investimenti e l’informatizzazione slovacco, Richard Rasi. L’incontro che coincide con l’anno di presidenza slovacca di Visegrad., nasce con l’obiettivo di fornire ai partecipanti informazioni sul processo di trasformazione digitale in corso nei paesi del Gruppo, e presentare, oltre alle imprese dell’area est-europea, quelle italiane alla ricerca di nuovi accordi di cooperazione nel settore, in ottica di rafforzamento delle relazioni economiche esistenti tra questi paesi e l’Italia.

L’Ufficio del Vice Primo Ministro per gli Investimenti e la Digitalizzazione ha confermato un piano strategico di supporto per favorire l’introduzione dell’intelligenza artificiale nelle aziende e coinvolgere attivamente nei progetti di innovazione anche le imprese più piccole. Anche il Ministero dell’Economia ha avviato alcune iniziative per aiutare le imprese a mantenere i propri livelli di competitività. Per la Slovacchia infatti è di fondamentale importanza un sempre maggiore utilizzo dell’intelligenza artificiale nell’industria automobilistica, colonna portante dell’economia del Paese, in particolare per lo sviluppo di veicoli a guida autonoma. Nei paesi V4 infatti vengono prodotti quasi un quinto degli oltre 17 milioni di veicoli assemblati ogni anno nella UE.

La Repubblica Ceca è il quinto Paese produttore dell’Unione, ma il record di auto prodotte pro capite è della Slovacchia.  L’intelligenza artificiale può risultare molto utile anche nei centri di servizi alle imprese che sono tra i principali datori di lavoro in Slovacchia. Le nuove tecnologie consentiranno infatti alle aziende di fornire servizi più efficienti e di livello superiore, anticipando anche le richieste dei clienti. “L’economia globale si prepara agli scenari futuri grazie alla rivoluzione digitale, ma tale percorso deve essere indirizzato verso uno sviluppo positivo - lo ha affermato nel corso dei lavori,  l’ambasciatore slovacco Jan Soth - Vorrei che questo workshop costituisse una significativa e utile occasione per lo scambio di punti di vista a livello internazionale su questi temi”. L’ambasciatore ha fatto riferimento all’economia 4.0 e all’intelligenza artificiale come elementi fondamentali nel futuro sviluppo globale, sottolineando al contempo le numerose sfide presenti nel settore.

 A oggi numerose aziende in Slovacchia hanno già introdotto soluzioni per automatizzare i processi, utilizzando ad esempio i robot per svolgere alcune attività ripetitive, vari tipi di assistenti virtuali e i chatbot per condurre conversazioni tramite metodi uditivi o testuali. Il gruppo di Visegrad  nato nel 1991, nell’omonima città ungherese, dopo il crollo dell’Unione Sovietica, è un’alleanza costruita per rafforzare la cooperazione tra i quattro paesi dell’Unione europea: Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria e Slovacchia. I quattro paesi del Gruppo rappresentano complessivamente circa 64 milioni di abitanti. La Polonia conta 38 milioni di abitanti, la Repubblica Ceca 10,4 milioni, l’Ungheria 10 milioni e la Slovacchia 5,4 milioni. La regione dei paesi di Visegrad è un ́area di cui oggi si parla sempre più e che merita attenzione: é un polo importante e strategico dell’industria europea e delle tecnologie informatiche e di comunicazione; con crescita del PIL doppia rispetto alla media UE, rilevanti scambi commerciali con Italia, aumento del potere d ́acquisto e tassi di disoccupazione tra i più bassi.

 

SP

(Tribuna Economica)