La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

SUV @citroenitalia C5 Aircross Hybrid: esperienza di comfort ai massimi livelli https://t.co/yK5jxK3eaD via @TribunaEconomic
#Lombardia: calo del fatturato di oltre il 70%. A rischio 6mila imprese e 8mila posti di lavoro https://t.co/9N4VQXEP4j via @TribunaEconomic
@bancaditalia . L'economia globale recupera ma le prospettive dipendono dalla #pandemia . In Italia riprendono gli… https://t.co/1kVsYKGZsL

Secondo la Federazione belga del commercio organizzato Comeos, i prossimi mesi si prefigurano ancora difficili per alcuni settori economici. Tra questi, l’abbigliamento ha subìto delle perdite consistenti tra marzo e fine luglio (-1,5 miliardi di euro). Aprile è stato il mese peggiore,

con perdite del fatturato del 90% rispetto ad aprile 2020. A giugno, nonostante la riapertura dei negozi, il commercio di vestiti ha registrato una variazione negativa del 12% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e del 27% a luglio, malgrado i saldi estivi.

Le proiezioni di Comeos per il secondo semestre prevedono un calo tra il 15% e il 20%. Un altro settore in difficoltà è quello della ristorazione che, secondo Comeos, ha perso il 62% del fatturato tra aprile e giugno rispetto allo scorso anno, e potrebbe perdere tra il 25% e il 30% degli incassi tra agosto e dicembre. La chiusura dei ristoranti e l’introduzione dello smart working hanno provocato consistenti perdite nel settore dell’horeca ma, al contrario, hanno permesso al commercio alimentare e all’e-commerce di migliorare i loro incassi. I supermercati hanno riscontrato un aumento del fatturato del 14% a marzo (sempre rispetto allo stesso periodo del 2019), del 16% ad aprile e maggio e del 7% a giugno e a luglio. Comeos stima aumenti del fatturato entro fine anno compresi tra il 3% e il 5%.

L’e-commerce, invece, in confronto al 2019, è cresciuto del 25% a marzo, del 48% ad aprile e maggio e del 50% a giugno, ed è prevista una crescita del 25% su base annua. (ICE BRUXELLES)