La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Per l'insieme del primo semestre 2021, un'analisi delle cifre di fatturato settoriali rivela un'osservazione inequivocabile: per la maggior parte dei settori, c'è una ripresa economica, ma questa ripresa è meno vigorosa nella regione di Bruxelles che su scala nazionale, secondo l'ultimo barometro

economico pubblicato dall'Istituto di statistica e di analisi di Bruxelles (IBSA).

All'inizio del 2021, l'economia di Bruxelles non si era ancora ripresa dalla recessione osservata nel 2020, poiché l'inasprimento delle misure sanitarie legate alla terza ondata di contaminazione aveva pesato sulla sua crescita.

A partire dal secondo trimestre del 2021, il graduale allentamento delle misure sanitarie e la diffusione delle vaccinazioni hanno dato un nuovo impulso alla ripresa delle attività commerciali di Bruxelles. Su tutto il primo semestre, l'evoluzione dell'attività dei servizi di produzione (servizi amministrativi e di supporto, trasporto e stoccaggio, commercio all'ingrosso, ecc.), che genera annualmente il 33% del valore aggiunto a Bruxelles, mostra la ripresa più lenta nella regione. Secondo IBSA, grazie alle misure di sostegno messe in atto dalle autorità pubbliche, l'impatto della crisi Covid-19 sull'occupazione e sull'evoluzione dei disoccupati in cerca di lavoro a Bruxelles rimane relativamente limitato. Nel secondo trimestre del 2021, il numero di dipendenti a Bruxelles è aumentato dell'1,7% rispetto allo stesso periodo del 2019.

 Tuttavia, il numero di ore lavorate era ancora in calo del 3,7%, sempre rispetto allo stesso periodo del 2019. Inoltre, le imprese di Bruxelles hanno continuato a investire di più nella prima metà del 2021, il che suggerisce una prospettiva positiva per le loro attività future e la domanda.

Questo è particolarmente vero perché nel terzo trimestre del 2021, i consumatori e le imprese erano più ottimisti di prima della crisi. IBSA sostiene che la ripresa economica dovrebbe continuare nei prossimi mesi, ma potrebbe essere rallentata a causa dell'attuale situazione sanitaria, dalla continuazione delle misure restrittive, o addirittura dal loro inasprimento, ostacolando in particolare il ritorno dei pendolari e dei turisti nella regione di Bruxelles. Inoltre, pesano sulla ripresa le interruzioni dell'offerta legate alle carenze di approvvigionamento e l'indebolimento della domanda interna dovuto alla durata della crisi. (ICE BRUXELLES)