La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Stando ai dati pubblicati dalla banca centrale colombiana Banco de la República, alla fine del primo semestre dell’anno in corso gli investimenti diretti esteri (IDE) in Colombia sono stati pari a 9.846 milioni di USD, evidenziando un incremento del 126,1% rispetto ai 4.356 milioni riportati nello

stesso periodo del 2021. Nello specifico, di questi investimenti, il 41% è stato recepito dalle attività correlate con i servizi finanziari e i servizi alle imprese, il 30% dal comparto minerario e petrolifero, il 12% dalle attività di trasporto e di comunicazione, il 5% dal settore elettrico, il 3% dall’industria manifatturiera e altrettanto dal commercio e dall’industria alberghiera, e il 6% dai restanti settori.

Il valore complessivo dei flussi di capitali esteri pervenuti in Colombia nella prima metà del 2022 è stato stimato in circa 16.853 milioni di USD, superiore all’importo di 8.170 milioni registrato nello stesso periodo dell’anno precedente, di cui, oltre ai 9.846 milioni relativi agli IDE, 4.785 milioni corrispondono alla riscossione di prestiti e altri crediti all’estero e 2.222 milioni ad investimenti esteri di portafoglio. Sempre secondo i dati Banco de la República, nel periodo in esame, il valore dei capitali in uscita dalla Colombia verso altri paesi esteri è stato pari a 7.073 milioni di USD, superiore ai 5.116 milioni riportati nel 2021, di cui, 4.199 milioni coincidono con le attività finanziarie e 2.874 milioni con investimenti diretti esteri. (ICE BOGOTÀ)