La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

La Cina si conferma il primo mercato mondiale dell’auto nel 2014 con 19,7 milioni di veicoli venduti rispetto ai 16,5 degli Usa. E’ quanto emerso nel corso dell’edizione 2015 del Salone dell’Auto di Shanghai. Per il 2015 si prevede per il mercato automobilistico cinese un aumento del 7%. Leader del mercato cinese resta la tedesca Volkswagen,

con una quota del 18%, pari a 3,7 milioni di vetture vendute nel 2014. In pieno boom il segmento dei Suv, dove si prevede un aumento del 25% delle vendite nel 2015. Consistente la delegazione delle societa’ italiane al Salone, che ha visto la partecipazione di Fiat, Ferrari, Maserati, Magneti Marelli, ma anche Lamborghini, Brembo, Alcantara. L'auto e' uno dei pochi settori in cui l'Italia e' in netto surplus commerciale con la Cina, con un export nell'ordine di 800 milioni di euro l'anno a fronte di importazioni di circa un decimo di tale valore. Il gruppo FCA ha puntato sul marchio americano Jeep, mentre dal lato Fiat alla produzione locale dei Viaggio e Ottimo si è affiancata anche la 500 come "auto-boutique" d'importazione. Nel settore delle "super cars" spicca il successo di Maserati che nel 2014 ha esportato nel mercato cinese ben 9.400 auto (+148% sull'anno precedente). Ferrari ha presentato al Salone la nuova 488 GTB.