La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

Sono 18.228 le imprese del commercio al dettaglio a Milano città nel 2015, +1% in tre mesi. Prevalgono le attività legate al commercio al dettaglio ambulante di tessuti, articoli per la casa o di abbigliamento (1.129 imprese), gli ambulanti di bigiotteria (1.006), il commercio al dettaglio di articoli di abbigliamento in esercizi specializzati (960),

gli ambulanti di prodotti nca (708), i minimercati (687) e le attività legate al commercio al dettaglio via internet (626). Emerge da un’elaborazione Camera di commercio di Milano sui dati del registro delle imprese al primo trimestre 2015 e quarto trimestre  2014.

Commercio a Milano e provincia. Sono 31.768 le imprese attive impiegate nel commercio al dettaglio al primo trimestre 2015. Erano 31.657 a fine 2014 (+0,4%) e 31.170 a fine 2013 (+2%).

Per tipologia di impresa, nell’area metropolitana di Milano prevalgono le attività legate al commercio al dettaglio ambulante di tessuti, articoli per la casa o di abbigliamento (2.257 imprese), il commercio al dettaglio di articoli di abbigliamento in esercizi specializzati (1.464),  i minimercati (1.275), gli ambulanti di bigiotteria (1.185), il commercio al dettaglio di prodotti del tabacco in esercizi specializzati (1.164) e il commercio online (1.067).

 

A crescere nell’area metropolitana negli ultimi tre mesi soprattutto le imprese legate ai settori: commercio al dettaglio di apparecchi per telecomunicazioni e telefonia (+4,3%), caffè torrefatto (+9,4%), commercio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero (+2,5%), commercio al dettaglio ambulante di prodotti alimentari vari (+5%).